IndiceFAQCercaIscrivitiLista utentiGruppiAccedi
Condividere | 
 

 I DODICI VOLTI DI VENERE

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
andrea



Numero di messaggi: 442
Età: 103
Data d'iscrizione: 12.06.07

MessaggioOggetto: I DODICI VOLTI DI VENERE   28/08/08, 09:54 am




VENERE IN ARIETE (ESILIO)

Venere in Ariete si trova nella sede dei pianeti maschili per eccellenza (Marte/Plutone e Sole).

L’affettività si rivolge in maniera eccessiva e incostante, soggetta a forti passioni ed accelerazioni impulsive (Marte), con una durata assai limitata (Caduta di Saturno), dove rischia crisi ricorrenti e possibili tagli bruschi.
Gli stimoli affettivi diventano importanti perché sostegno integrante della propria personalità (Domicilio di Plutone).
E’ proprio la caduta di Saturno in questo segno che proietta Venere a stimolare amori e affettività spesso irriflessivi quasi ciechi nel poter vedere i difetti della persona che fa provare tali emozioni cosi esplosive.
Gusti semplici e scarsa sensibilità estetica (Esilio di Venere) con una tendenza all’approssimazione ed alla mania del perfezionismo.
Venere in questo segno diventa entusiasta mancando di esperienza proprio perché non accetta complicazioni che snaturano la semplicità degli impulsi e che quindi frenerebbero le pulsioni istintive che producono questi slanci , veri e propri colpi di fulmine, e impedirebbero queste esplosioni passionali.
Venere in Ariete, ignora il passato, lo dimentica e ricade nella solita audacia, negli identici errori, poiché ha un bisogno immenso d’amare . Bisogno di cui Venere in questo segno ha un bisogno quasi esasperato, perché l’amore diventa parte di tante attività che pratica frequentemente, un modo di sentirsi viva.
I forti impulsi prodotti dal segno dell’Ariete la rendono ingenua a un sollecito analitico o di porsi delle possibili varianti in gioco; spinta da una grossa fiducia del proprio IO, diventa sicura nei propri slanci ignorando le possibili esigenze altrui.
Ingenua, il suo candore semplicistico è una conseguenza del suo ardente bisogno d’amare senza preoccuparsi troppo se l’altra persona ricambia il suo stesso interesse, né tanto meno, se la persona al suo fianco possieda qualità o meno.
Diventa quindi una Venere soggetta a colpi di fulmine, dove la passione tutto travolge in impeti di fiduciosità che supporta la propria personalità: dopo pochissimi istanti dall'aver visualizzato una persona, proietta le proprie aspettative e inizia a desiderare che diventi il compagno/a ideale, cucendo addosso tutti i principi di valore (intelligente,sensibile,ecc) anche se queste componenti nella realtà il compagno/a non le possiede.
Si espone con il fascino del fuoco ardente, esplode e il suo entusiasmo trascina e il suo calore seduce e commuove.

Nella sua simbologia di Salute, Venere si esprime solamente se lesa alla nascita oppure sensibilizzata negativamente o eccessivamente per via di transiti, indicando possibili rotture della calotta cranica o traumi di essa ( l’Ariete indicando la calotta cranica non può subire malattie ).
Come Lisa Mopurgo identifico qui un fatto curioso: tale posizione del Pianeta denota un’insofferenza per i copricapi.



Ultima modifica di andrea il 08/11/08, 06:53 pm, modificato 3 volte
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
andrea



Numero di messaggi: 442
Età: 103
Data d'iscrizione: 12.06.07

MessaggioOggetto: Re: I DODICI VOLTI DI VENERE   28/08/08, 09:39 am

VENERE IN TORO (DOMICLIO BASE)


Venere in Toro si trova collocata nella sua sede domiciliare base, il segno più femminile dello zodiaco e della struttura Matriarcale (Eris(X),Giove,Venere).

Rispecchia la salute per eccellenza, nonché la capacità di vivere e godere le gioie in maniera armonica, naturale, lontana da deviazioni sessuali (Esilio di Plutone).
Aumenta la sensualità e la capacità di godere del semplice piacere dei sensi (Esaltazione di Giove), ma espresso con possessività (Eris-X).
L’amore si concreta lentamente, si concentra su ciò che è concreto.

Senza impulsi e slanci vitali, paciosamente ricerca la concretezza e la continuità in amore stando ben lontana da stimoli troppo energetici che possono far deviare le prospettive e sbilanciare la sana voglia di adagiarsi e gustare, ruminare la gioia e la sicurezza affettiva (Esilio di Marte e caduta di Mercurio).
Legata alle tradizioni (Esaltazione di Giove), gli affetti si estendono sul rispetto dei legami familiari attivando un caldo amore materno e paterno, con sfumature protettive.
La fedeltà è assicurata dal desiderio di essere al riparo dall’imprevisto, di non alterare uno stato di cose, e la tradizione è vista come tutela.
Nel segno del suo domicilio base si collega ai ritmi fondamentali della vita e all’armonia fisica: talento musicale (specialmente la voce (Giove)). Ttuttavia c'è un'inclinazione alla pigrizia e all’indolenza, ma giustificata dal voler amare in serenità.
Non crede ai colpi di fulmine e, stando alla simbologia del Toro come “vista”, essa ricorda impressa nella mente in maniera ottica le possibili delusioni in adolescenza, conservandole fisse ed immutabili nella memoria affettiva, con la possibilità percio' di scoraggiare per molto tempo una persona che l’ammira prima di convincersi che possiede intenzioni serie.
Ma quando comprende allora è in grado di amare per tutta la sua esistenza.

Venere in Toro è infatti fedelissima, dove s’attacca muore (Domicilio di Eris(X)): l'oggetto del suo amore lo vuole proteggere, lo divora, devota e paziente, a volte anche troppo sottomessa, pronta al sacrificio per costruire e difendere i propri affetti.
Temprata, non se la sentirà mai di lamentarsi e far notare i suoi sacrifici; nei momenti in cui può cedere temporaneamente alle fatiche non si esprimerà facendo scenate ma si rintanerà nel silenzio e all’insaputa di tutti i suoi familiari e dalle persone per cui prova affetto.

L’elemento Terra del Toro e il suo stato Fisso, induce Venere a essere oculata, stabile (anche sotto il profilo economico), dove tra le innumerevoli cose che soppesa a fondo nella scelta della persona amata c’è la solidità del reddito o la possibilità di lavorare sodo e di far carriera.

Sotto la simbologia di salute, in questa sede Venere è ben posizionata: sostiene attivamente l’equilibrio del fisico, la cura di esso; naturalista preferisce medicinali omeopatici e un’alimentazione sana.


Ultima modifica di andrea il 29/08/08, 06:16 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
andrea



Numero di messaggi: 442
Età: 103
Data d'iscrizione: 12.06.07

MessaggioOggetto: Re: I DODICI VOLTI DI VENERE   28/08/08, 11:58 am

VENERE IN GEMELLI


Nel segno del curioso e celebrale Mercurio, del leggiadro Y e l’istrionico Plutone,Venere ama amoreggiare,diventa spiritosa,curiosa di sensazioni sconosciute.

La presenza di Mercurio impedisce a Venere di scaldarsi, diventando più stimolata verso la curiosità elettiva, mentre Plutone (Esaltazione) la limita dall’egotismo.
Diventa quindi lucida ed intellettualizzata, giovanile e leggiadra (Y), ragionatrice e priva di calore umano (Domicilio di Mercurio).
Plutone le dona la capacità istrionistica ed esibizionistica, quasi del tutto narcisista.
Questa qualità, in caso di una relazione poco soddisfacente, le permette di interpretare diversi ruoli, e scivolare dalle situazioni, sia quando diventano troppo impegnative, sia vivendo due o più vite parallele.
Per quanto questa venere risulti mentale, rimane comunque sotto certi aspetti adolescenziale perché gli slanci narcisistici e curiosi proiettano tali affetti verso il voler toccare e provare tutto per la semplice curiosità senza approfondire le situazioni e per voler godere del proprio narcisismo.
Come scriveva Lisa Mopurgo, in questa sede la volontà di amare si trasforma in desiderio di essere amati e ammirati.
Ogni stimolo parte dal cervello, il sentimento non centra, si ha la tendenza a sembrare volubile e a stabilire talvolta più di una relazione importante grazie alle capacità istrioniche d’immedesimazione delle parti e di una natura socievole che dona una tendenza alle invenzioni e all’irrequietudine.
La simpatia è l’arma che utilizza questa Venere, che con il suo sguardo allegro e brioso suscita il piacere di una conversazione e dell'instaurare un certo contatto socievole, creando ad arte della suspence e facendo presagire che ci siano dei segreti da svelare ma che alla fine, si rivelano solo aria fritta.
Questo perchè tale segno (Gemelli) improvvisa sul momento per il solo desiderio di nutrire il suo esibizionismo, dove non solo si ama esercitare il fascino ma si vorrebbe avere sempre intorno un pubblico che ammiri le proprie prontezze (Plutone in esaltazione).
Venere assorbe tutte queste tendenze:

le lacrime la irritano e le complicazioni le fanno orrore salvo che non si tratti di complicazioni un po’ teatrali e raffinate, che la stimolino a sfruttare le sue capacità istrioniche e umoristiche, che utilizzerà in un secondo momento per uscire dai guai, facendo perdere peso agli eventi a catena che ha volontariamente scatenato.
L’amore di questa Venere può essere intenso, ma manca quasi sempre di quell’abbandono, del farsi trascinare dall’emotività e dall'affettività.
Avere interessi comuni è vitale se decide di portare avanti un rapporto; è un partner molto stimolante che presenta sempre piacevoli competizioni intellettuali.
Denota delle attitudini letterarie.
Sotto altri fattori astrali può essere indice di Omosessualità (Trasparenza di Urano) o di bisessualità (Gemelli).


Sotto la simbologia di Salute, è legata alle corrispondenze anatomiche del segno stesso, quindi apparato respiratorio, e con vari aspetti di Saturno, possibili lesioni ai polsi, gomiti o spalle.
Pone l’accento sul sistema nervoso,che può risultare iperteso.


Ultima modifica di andrea il 29/08/08, 06:15 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
andrea



Numero di messaggi: 442
Età: 103
Data d'iscrizione: 12.06.07

MessaggioOggetto: Re: I DODICI VOLTI DI VENERE   29/08/08, 06:15 pm

VENERE IN CANCRO (ESALTAZIONE)


Sede della sua esaltazione si trova accanto all’astro Lunare, tenerezza e dolcezza entrano in primo piano, romanticismo e influenzabilità.

La passività e la placidità espressiva sono le armi di questa Venere per intrappolare la persona amata.
La presenza Lunare nel segno del Cancro accentua il sentimentalismo e procura soggetti bisognosi di affetto e cure affettive, di sentirsi protetti e avvolti da cure e attenzioni, nonchè di comprensione.
Assorbe come una spungna i ricordi affettivi sono assorbiti inclinando ad una propensione di continue verifiche sull'amore dell'altro sottoforma di pressanti richieste al partner.
Tale affetto e amore, tuttavia, è tutt’altro che debole. Infatti queste sfumature di continue verifiche affettive e esigenze di dolcezza, sono le armi per attirare a sè il partner ed essere cosi al centro dell'attenzione, il protagonista (Trono del Sole).
Il gusto voluttuoso e sensuale dei propri comodi, degli agi e delle cose belle, si abbina a uno scarso senso pratico (Esilio di Urano), ma abile al punto da far lavorare gli altri, eludendo gli altri con occhi e comportamenti affettuosi e sinuosi.
Il sentimento amoroso subisce un tono un po’ capriccioso (Luna), sia sul rapporto umano che anche sul rapporto con eventuali animali domestici.
Insomma ci troviamo di fronte a una Venere un po’ infantile: la sua mente che corre volentieri al passato, si commuove spesso, sia per ragioni valide o labili, solamente per creare un’atmosfera romantica, ricca di sentimenti intensi.
E’ sempre la presenza Lunare che crea la commozione e il pianto facile alla vista di scene, a volte sciocche per non dire patetiche: è una Venere bisognosa di carezze e parole affettuose, rimescolate a volte fino alla nausea.
L’esilio di Saturno predispone il pianeta a non amare la logica e questi sentimenti prendono piede in maniera molto sviluppata, insinuandosi spesso in sentieri fioriti ma tortuosi.
L’intuizione Lunare si fonde con l’affettività: percependo i bisogni altrui diventa una Venere medianica che percepisce possibili tradimenti ed è capace di penetrare nell’intimità della persona.
E’ un’amatrice trepida che avanza con timori, con quello strano modo che trova le proprie motivazioni in altrettante strane sensazioni che appartengono a lei sola.
Tuttavia, per quanto sensibile, è proprio la sua sensibilità quasi medianica che può entrare in uno stato di difesa personale.
Mentre il trono Solare nel Segno induce Venere a proiettare le manifestazioni affettive verso se stessa quasi in maniera un po’ egoistica, la mancanza di queste ricezioni affettive incita il soggetto a ritirarsi alla loro mancanza, diventando dura e attribuendo spesso colpe agli altri …
Purtroppo, senza mai pensare che questi altri cerchino un compagno/a alla loro altezza e non desiderino essere né badanti né baby sitter.

Sotto la simbologia di Salute, predispone a possibili ulcere allo stomaco, al diabete o all’eccessiva produzione di melanina, nonché problemi al seno e utero nei temi femminili.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
andrea



Numero di messaggi: 442
Età: 103
Data d'iscrizione: 12.06.07

MessaggioOggetto: Re: I DODICI VOLTI DI VENERE   29/08/08, 06:50 pm

VENERE IN LEONE



Esposta nella sede solare, Venere ha bisogno che le si renda omaggio.

Passione totale, idealismo e amore del lusso, sul trono la Luna (domicilio in trasparenza) dispone di una forte suscettibilità, mentre l’esaltazione di Y, pianeta del ritmo unico ed eterno che governa ognuno di noi, rende Venere un po’ presuntuosa, auto-idealizzandosi affettivamente come se fosse l’unica a poter amare meglio e in maniera vera.

Ne deriva una Venere ricca di calore e di entusiasmo, generosa e appassionata ma non priva di discernimento.
Il bisogno di emergere spinge alla ricerca di unioni prestigiose e convenienti dal punto di vista dell'immagine.
E’ una Venere audace, che dà nerbo anche alle rappresentanti femminili e possessività nei confronti dell’amato (Trasparenza di Eris-X).
La posizione solare impone che l’affetto verso la persona amata si esprima con fierezza e passionalità, ama essere orgoglioso del compagno/a e incoraggerà lo sviluppo del suo potenziale, ma il suo fondamentale problema è che deve controllare la tendenza all’autoritarismo.
La sensualità è spesso esuberante e deve essere appagata; anche l’esibizionismo affettivo e la tendenza a drammatizzare entrano spesso in gioco (Trono Lunare).
E' spesso presente il desiderio di fare qualche cosa di straordinario, che attiri su di sé l’attenzione.

Venere in Leone è decisamente irruente, senza conoscere le mezze misure (Esilio di Saturno e Urano).
Le sue conquiste e quindi amori, sono vissute come una battaglia che in cui deve destreggiarrsi con manovre fulminee appena individuata la preda.
Vuole mostrare le sue prestazioni e desidera ricevere in cambio elogi sul suo prestigio; senza fare mai una cosa a metà, le piace quindi farla benissimo, non tanto per gusto del perfezionismo quanto perché non vuole offrire il fianco alla minima critica e adora l’applauso; usa il denaro al fine di mostrare le qualità di se stesso come la magnanimità e la nobiltà d'animo.

La generosità e la solarità di questa Venere riscalda il cuore, per quanto l’apparenza egocentrica risulti essere eccessiva, ed è pronta a perdonare ogni cosa alla persona amata, ma non la taccagneria: una persona che freni il suo desiderio di consumismo non riceverà mai il suo benvolere.
Possiede un altissimo concetto di sé e vorrebbe che tutti condividessero la sua opinione non ammette rimproveri o semplici obiezioni, ma è molto sincera nelle sue manifestazioni affettive, anche se molto plateali. Disdegna infatti le armi dell’inganno e preferisce affrontare il mondo a viso aperto.

Sotto la simbologia di Salute, Venere induce a uno spreco delle proprie energie fisiche e vitali, procurando vari problemi energetici.
Lesa seriamente da pianeti come Saturno o Urano, si associa alla simbologia del segno, facendo dedurre possibili problemi all’apparato cardio-circolatorio.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
andrea



Numero di messaggi: 442
Età: 103
Data d'iscrizione: 12.06.07

MessaggioOggetto: Re: I DODICI VOLTI DI VENERE   30/08/08, 12:03 pm

VENERE IN VERGINE (DETRIMENTO PER TRASPARENZA)


Esposta nel segno cerebrale e del dettaglio, Venere non riesce ad esprimersi affettivamente come vorrebbe.
Tutto diventa cerebrale, da un’esposizione affettiva che è elargita con il contagocce ad una sensualità che analizza se è il caso di darsi.
Il problema di questa Venere è la paura di perdere la testa e di lasciarsi andare negli gli affetti perdendocosi' il controllo di se stessa. Nasconde percio' la propria sensibilità causando spesso a sè stessa grossi problemi di accettazione.
E’ una venere fredda, che concede poco spazio ai sentimenti e all’emotività (Caduta della Luna), all’abbandono affettivo, alla passione. A volte si nota frigidità, anche se non limita la possibilità di avventure, di esperienze sessuali diverse, venate pero' da sado-masochismo tenuto accuratamente nascosto (sepolcri imbiancati).
Il domicilio di Mercurio impone a Venere di analizzare con un acume critico il partner, anche se esiste una modestia deliziosa, naturale.
Il suo problema è superare le inibizioni sessuali e le tensioni per godere appieno e in maniera sana il rapporto (Esilio di Giove).
Il risvolto negativo è che l’affettività continuamente trattenuta e il tentativo di cerebralizzare gli affetti creino il contrario, impostando l’amore come un lavoro ( quasi una sorta di prostituzione).
La capacità di discriminazione è di finezza eccezionale; schizzinoso all’esterno, cerca il partner perfetto.
La mancanza dei pianeti espansivi e fecondi (Giove/Luna e Nettuno), predispongono ad un ambiente affettivo duramente privativo, legato all’aridità e al rifiuto dell’abbandono, dove tale rigorismo, come prima accennato, cade su una certa impostazione giansenista o puritana, che può alla fine ribaltare la struttura conducendo al sado-masochismo o a una pianificazione tecnica del vizio (Esaltazione di Urano), nonché alla prostituzione sopra accennata.
La profonda timidezza e la pudicizia, fanno si che la manifestazione delle emozioni è per cosi dire soffocata nell’intimo, detestando i baci in pubblico e i vezzeggiamenti.
Difficilmente si ripete una volta espresso il suo sentimento o manifestato le sue emozioni, per paura di sciuparne l’essenza del valore, e trasformando il tutto nella banalità.
Il problema è che essendo un affetto troppo conservatore (Esaltazione di Y) spesso non comprende le esigenze altrui, raffreddando i sentimenti e procurando una passività ritualistica che spegne la fiamma dell’amore. Questo perché non sa rinnovarsi (Esilio di Nettuno)
La discrezione è assoluta, la lealtà è un dovere sacro. Ama il silenzio e risolve i problemi nello stesso modo, cercando distrazioni sul lavoro.
Purtroppo la pignoleria verginea àncora Venere (affettività) a una profonda pignoleria, nonché a un profondo moralismo con idee molto chiare su ciò che si deve o non si deve fare. Vive di conseguenza con un bagaglio di regole cui non rinuncia facilmente ,con una tendenza a imporle sugli altri.

Sotto la simbologia di Salute, al contrario di quello che si possa pensare, induce a un notevole disprezzo per il risparmio sulle proprie prestazioni fisiche. In altri casi c'è interesse verso la medicina tradizionale. In generale indica sensibilità agli intestini.


Ultima modifica di andrea il 30/08/08, 04:48 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
andrea



Numero di messaggi: 442
Età: 103
Data d'iscrizione: 12.06.07

MessaggioOggetto: Re: I DODICI VOLTI DI VENERE   30/08/08, 04:42 pm

VENERE IN BILANCIA (DOMICLIO PRIMARIO)


Venere si trova nel suo domicilio primario accanto a Saturno (esaltazione)ed a Eris-X (Domicilio Base) (Nettuno inoltre si trova in trasparenza del sistema parallelo).

La sua idea fissa è la coppia. Artista, amante raffinato, esita davanti all’amore. La sua passione è finalizzata ad un riconoscimento sociale (Saturno) e ha un orrore per gli eccessi dell’istinto rozzo (esilio solare) e del termine autoritario “IO” (Esilio di Marte e Plutone).
Indica soggetti che amano il bello, che involontariamente possono diventare discriminatori per la ricerca spontanea di ciò che è fisicamente gradevole.
Ricercano l’armonia in tutte le forme, in ogni manifestazione della vita, amore compreso, e possiedono un forte senso della giustizia (Esaltazione di Saturno e trasparenza di Nettuno). Quest’ultima può tuttavia raggiungere uno stato fanatico (Nettuno).
Molto senso logico (Saturno) e senso dell’opportunità che si lega al loro modo di amare e di proiettare l’armonia dell’amore.
La presenza di Nettuno in trasparenza si traduce in un atteggiamento affettuoso e romantico, ma ben diverso dalla posizione di Venere in Cancro.
Mentre nella sua sede di esaltazione si trova accompagnata dalla Luna, rilevando le qualità più romantiche che riesce a gustare anche nella povertà o in luoghi comuni, questa Venere, con la presenza di Saturno, possiede un senso moralistico del buon gusto e l’attenzione verso la qualità, compresi quindi luoghi che preferibilmente debbono essere raffinati.
E’ una Venere si sensibile, ma verso il gusto, e molto meno verso la comprensione del senso dell’amore (Saturno) che non è per nulla priva del senso logico (ma non critico che come invece per la venere nel segno della Vergine).
Si desidera il contatto con gli altri e l'unione con un compagno.
Spesso si utilizza il matrimonio per uscire di casa distaccandosi dall’ambiente genitoriale.
Sotto un certo aspetto si potrebbe dire che tale Venere, grazie alla trasparenza di Nettuno, porti a un rischio d’innamorarsi dell’amore, ma nella realtà si sente il bisogno vitale d’instaurare un rapporto affettivo per poter manifestare tutti i suoi lati caratteriali ed espressivi, ed emanare tutto il suo potenziale, che da single potrebbe non sviluppare mai.
Esiste una solidarietà e una comprensione verso gli altri e i loro problemi, mentre il tatto e la diplomazia sono usuali, cosi come l’amore per la bellezza e la vita comoda.
Il tratto negativo di questa Venere è che il trppo peso che da all'apparenza, all'aspetto esteriore e apparente delle cose, possano non riempire le mancanze della persona, conducendo al risentimento e all’indecisione.
La presenza saturniana nel segno rende la Venere desiderosa di esprimersi affettivamente con un certo rigore e cautela, dove bilancerà i pro e i contro per molte volte, mentre la parte sensuale e l’abbandono ad essa, si presenta sotto un mediato spirito critico, reagendo a stimoli più estetici che a stimoli carnali.
In amore si diventa indecisi, proprio perché il continuo soppesare i valori di una persona tende ad allungare i tempi.
In questo modo essa soppeserà il pretendente e le circostanze esterne, le opportunità, gli sviluppi possibili di un’infatuazione amorosa.
L’idealismo dettato da Nettuno, e la sete dell’armonia donata da Saturno, porta la persona alla lealtà; rimarrà quindi notevolmente sconcertata a una possibile intolleranza o a un sopruso, trasformandosi cosi nella vertenza legale, dove il suo giudizio cade inesorabile come una spada di Damocle sospesa sopra il capo del compagno/a.
Perfezionista, non le piacciono le cose fatte a metà, o meglio ancora, le cose fatte approssimativamente. Cio' induce nella vita sentimentale a una costante ricerca del meglio.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
andrea



Numero di messaggi: 442
Età: 103
Data d'iscrizione: 12.06.07

MessaggioOggetto: Re: I DODICI VOLTI DI VENERE   30/08/08, 05:23 pm

VENERE IN SCORPIONE (ESILIO BASE)


Posta nel segno del sistema parallelo al nostro patriarcale, è una Venere molto diversa dalla norma e per nulla stupida (esaltazione di Mercurio) né tanto meno bigotta (Domicilio di Plutone e Marte).

Rappresenta l’amore passionale, mischia odio e amore,denota una fortissima sensualità e un bisogno di produrre in tutti i campi, gelosa e ingabbiata in amori tormentati.
E’ molto erotica, ama travolgere con l’istinto provocatorio facendo scatenare le critiche delle persone più bigotte che nella realtà non sono altro che persone frustrate.
Il gioco di sguardi e dell’eccitamento erotico si proietta verso l’affinità cerebrale e d’intelligenza (Esaltazione di Mercurio).
La passione è davanti a tutto, la soddisfazione sessuale è alla base della vita.
Gelosia ben radicata dove purtroppo diventa una causa di delusioni nel settore affettivo.
In amore possiede uno spirito combattivo, ingegnoso e intrepido di misurarsi con situazioni difficili.
Padronanza di sé e tendenza alla provocazione erotica, in base alle sue esigenze il compagno/a deve essere assolutamente non debole e altrettanto lucido, non inferiore intellettualmente.
Il partner deve infondere una collaborazione istintuale e segreta.
Nelle decisioni e nella sua espressione non esistono le mezze misure e la moralità del perbenismo, esponendosi percio' nelle relazioni affettive ormai logore con brusca franchezza e autoritarismo, dove questi atteggiamenti sono alimentati dal senso di immagazzinare i rancori emotivi.
Quando è innamorata, tutto il resto non esiste più ed è pronta a difendere attaccando per prima.
La presenza di Mercurio, per quanto l’istinto passionale erotico è un vero e proprio vulcano in eruzione, intellettualizza il sentimento impedendo l’abbandono totale e naturale degli affetti.
Non ama i tabù e possiede una vera e propria indifferenza verso i pregiudizi, nonché una grossa difficoltà a scandalizzarsi.
Tutte le situazioni per molti visti come estreme o volgari,per questa Venere diventano uno stimolo per rinnovare e fortificare la complicità amorosa.
Quando queste caratteristiche sono esasperate, allora può creare dei veri e propri conflitti, dove non si riesce a vivere se gli amori non sono tormentati e la persona che un tempo amava si trasformerà ai suoi occhi in un nemico molto odiato.
Si evidenziano cosi delle frustrazioni, anche erotiche con delle possibili perversioni sessuali.
Il carisma erotico e sensuale è molto elevato, al punto che il soggetto che porta questa Venere non passa mai inosservato. Potrebbe essere esteticamente brutto/a, ma questa posizione trasmette comunque un senso attrattivo insolito.
Tale posizione astrale predispone le persone ad amare in maniera diversa perché la semplicità è una parola che raramente entra nel suo vocabolario, e la corrente affettiva naturale è diretta.
Per quanto possa sembrare che abbia la piu' totale fiducia nel partner, conosciuto nei più intimi dettagli, questa Venere ha la capacità di far risvegliare nel sonno in un incubo d’ipotesi angosciose sul conto della persona amata.
E' quindi drammatica sotto certi aspetti ed è attratta dal rischio; deve competere e trovare stimoli di combattimento per accettare il premio definitivo (il partner).
Il tranquillo tran-tran di un amore sicuro la lascia insoddisfatta (opposizione al Toro: esilio di Eris-X).

Sotto la simbologia di salute puo' indicare un problema di fondo dettato dal desiderio inconscio di auto-distruzione. Possibilità di malattie veneree, rischio di emorroidi o di occlusioni intestinali. Per una donna problemi femminili di infiammazioni o di stati fibrocistici.




Ultima modifica di andrea il 31/08/08, 10:13 am, modificato 2 volte
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
andrea



Numero di messaggi: 442
Età: 103
Data d'iscrizione: 12.06.07

MessaggioOggetto: Re: I DODICI VOLTI DI VENERE   30/08/08, 07:31 pm

VENERE IN SAGITTARIO


Nel nono segno dello zodiaco, Venere si trova collocata nel regno di Giove/Nettuno/Eris (X) e della Luna per trasparenza.

Questa posizione, induce Venere a bisogni di grandi voli legati all’idea morale detestando la mediocrità affettiva, diventando sensibile agli impulsi affettivi.
L’esilio di Mercurio e di Y non riescono più a frenare gli slanci affettivi Venusiani, tantomeno ridimensionarli con la cerebralità.
Questi slanci affettivi e amorevoli non si esplicano più sotto un aspetto di ricerca di protezione come succedeva in Cancro, ma si orientano verso l’entusiasmo sereno e ottimistico della vita, spesso cercando l’amore ideale negli ampi orizzonti in cui è spinta questa Venere.
La presenza primaria di Giove la rende borghese, cameratesca, affabile, godereccia, generosa, amando la vita nelle sue manifestazioni più semplici.
Sa godere delle piccole cose, rispetta le regole dettate dalla consuetudine e dalla società.
I suoi ideali s’ispirano al lontano, dove il problema è che l’ottimismo e il desiderio di vivere tesi verso il futuro fa si che il soggetto non è decisamente tra i piu' fedeli.
Tuttavia, sotto quest’aspetto, ci sarebbe bisogno di comprendere certi legami affettivi che inducono Venere nel Sagittario a dirigersi verso altro…
La generosità di questa Venere è molto espansiva, avvolge e da un certo punto di vista può anche eccedere e soffocare quando il compagno/a tenta di frenare il soggetto nelle sue impetuose trovate. Allora scattano nella testa di questa Venere i dubbi sulla validità della relazione di coppia, mentre l’ottimismo (Giove) indurrà il soggetto a credere che debba ancora trovarla da qualche altra parte, che ci sia di meglio (Nettuno - diventando la nuova meta spinto dall’amore di trovare la fantomatica altra metà della mela).
Sebbene l’individuo esprima al partner un considerevole entusiasmo e sentimenti vivaci, il bisogno d’indipendenza del segno lo potranno indurre a delle mancanze nel rapporto.
L’amore non viene rifiutato, anzi le amorevoli attenzioni di questa Venere cercheranno di rendere la vita del compagno/a appagante ed esilarante.
Il suo difetto dipende sul tratto cameratesco e troppo avvolgente, dove se da un lato essa esige il rispetto dalla sua indipendenza di movimenti, il peso dei suoi tratti amorevoli puo' diventare un po’ invasivo nel territorio del partner, soffocandolo con attenzioni inglobanti (Eris(X) esaltazione)).
Possiamo dire in definitiva che l’affettività è particolarmente elementare, semplice, legata alle cose immediatamente percettibili o serenamente rassicurabili, e a volte è presente una sprovvedutezza nelle schermaglie amorose, ma sempre colmata di onestà e di una certa mancanza di menzogna o sotterfugi, legati alla furberia e l’astuzia (Esilio di Mercurio e Caduta di Plutone).
La malevolenza delle altre persone che diffondono le malelingue, oppure le povere bigotte, la definiscono credulona se non addirittura “preistorica”.
Posta in questa sede, Venere non è mondana, le piace vedere volti noti e conosciuti obbedendo cosi al suo istinto naturale .
Come già citato prima, quando il soggetto con questa posizione astrale ama,possiede un tono un po’ didascalico,dove il suo forte senso morale le suggerisce a volte giudizi severi,con qualche leggera sfumatura puritana.
S’impegna a fondo,invece nei suoi sforzi per migliorare la condizione umana,e dunque è fondamentalmente un’educatrice,suggerendo consigli,anche se non richiesti,a volte creando nervi isterici alla persona amata ….
Sotto la simbologia di salute,denota di solito una buona salute sportiva,grazie al movimento e la passione per l’aria aperta. Se lesa colpisce le simbologie del segno indicando disturbi o malattie che colpiscono le gambe,o i centri motori delle medesime.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
andrea



Numero di messaggi: 442
Età: 103
Data d'iscrizione: 12.06.07

MessaggioOggetto: Re: I DODICI VOLTI DI VENERE   31/08/08, 10:09 am

VENERE IN CAPRICORNO (CADUTA)


Esposta alla presenza di Saturno e Urano, l’affettività non riesce a esser espressa nella sua naturalità.

Possiede una capacità di distaccarsi dagli affetti razionalizzando (Saturno) l’utile (Urano).
Tuttavia non è completamente priva di affettività. Semplicemente non si espone con enfasi, rimanendo sulla difensiva (Marte) e reprimendo i sentimenti fino a quando non è sicura che la relazione possa durare nel tempo.
Si può dire che in questa sede Venere è molto meno femminile, indica la diffidenza verso l’altro dovuta al modo di improntare le relazioni, diffidando della troppa emotività (Esilio della Luna) e dai morbosi attaccamenti affettivi che utilizzano termini mielosi.
Il sesso può essere esercitato indipendentemente dall’amore, ma quando questo amore nasce può trattarsi di una passione esclusiva; si è spesso indotto a credere che durerà per tutta la vita.
Sono comunque ben pochi gli amori nella vita di questa Venere,e ben poche persone sono in grado di apprezzare l’indipendenza di una Venere che non ama personalità deboli, specialmente chi non è stato in grado di distaccarsi dall’ambiente familiare.
L’aspetto controverso di questa posizione è la possibilità di rendere troppo rigidi e chiusi, diventando duri di cuore e privi di umanità,oppure di esser costretti a elargire col conta-gocce doni materiali ai suoi affetti (trasparenza di Giove), dando cosi' l’immagine di una persona avara; sfruttamento utilitario degli affetti.
La spontaneità è molto ridotta e la riservatezza frena l’espressione affettiva con scarso edonismo.
Ha bisogno di una lunga riflessione prima della scelta affettiva (Saturno in Domicilio Primario) e l’amore deve esser sorretto dalla stima, dove tutti questi elementi se esistenti nel rapporto fanno si che il sentimento diventi tenace e sincero, garantendo la fedeltà e la considerazione che questo sia l’unico amore della sua vita.
Ha quindi bisogno di tempo per costruire la speranza e la fiducia di non essere tradita o ferita, desiderando solo impegni e relazioni onorevoli, credendo fermamente nella santità del matrimonio.
Tutti questi atteggiamenti nascono dal fattoche essa sa che la vita non è tutta rosa e fiori e che purtroppo esistono lati molto duri dell'esistenza e prove gravose da superare, dove solamente la caparbietà e la capacità di destreggiarsi possono dar modo alla coppia di sopravivere come unione.
Infatti tale Venere è ben cosciente che dopo la passione e la prima scintilla che trasporta all’entusiasmo verso una relazione, arriveranno i problemi di ordine naturale.
Di conseguenza, se la coppia non è solida, questi eventi causeranno la rovina della relazione..ma quello che desidera questa Venere è espressa in un’unica parola: “DURATA”.
Venere in Capricorno è molto seria, non bisogna aspettarsi delle bizzarrie o colpi di testa. Può essere collerica ma solamente nell’intimo, dominata da un’ira (Marte) sorda (detrimento di Mercurio sistema parallelo) e segreta.
La debolezza del soggetto che possiede questa posizione astrale riguarda il fatto che ha bisogno di chi sappia comprenderla, senza lasciarsi sgomentare dalla sua apparenza un po’ rude.
Tale Venere accetta il bene e il male con calma e pazienza, tenendosi sempre pronta al peggio.
Sa che la passione è una fiammata destinata a spegnersi e che l’amore dopo alcuni anni si tramuta in affetto, amicizia o comprensione e tolleranza reciproca, riuscendo a portare avanti per lunghissimo tempo un matrimonio.

Sotto la simbologia di salute indica possibile artrosi cervicale, problemi alla colonna vertebrale, dolori artritici o reumatici.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
andrea



Numero di messaggi: 442
Età: 103
Data d'iscrizione: 12.06.07

MessaggioOggetto: Re: I DODICI VOLTI DI VENERE   31/08/08, 10:46 am

VENERE IN AQUARIO


In questa sede Venere ritrova Saturno ma sotto uno stato base, mentre Urano regna in stato primario accanto a Nettuno, e Plutone per trasparenza di sistema.
Anche qui le capacità amatorie diventano logiche (Saturno)e preferisce un’amicizia amorosa legata agli scambi intellettuali e affinità elettive con scambi d’idee e pensieri.
Diventa molto attraente e capace di gestire il momento, l'occasione (Urano), ma pronta a scomparire nel nulla quando queste elettività mancano (Nettuno in esaltazione).
L’amore è visto sotto un’ottica opportunistica: non ci sono grandi e uniche passioni ma ciò che maggiormente conviene.
I legami non sono considerati eterni, manca il senso della responsabilità negli affetti e nei confronti della famiglia.
È comunque una Venere che sa amare profondamente, con tutta la sua convinzione, fedelissima, fino a quando gli stimoli ideologici e gli scambi affini che tengono sveglia la mente sappiano rinnovare e rinnovarsi.
In mancanza di questi stimoli è pronta a sparire nel nulla, senza risposte e senza lasciare traccia, anche senza diverbi nel rapporto prima di questa conseguenza, lasciando spiazzato il compagno/a che rimarrà senza spiegazioni dell’atto.
Esiste un piacevole romanticismo grazie alla capacità di saper coinvolgere gli altri. Ciò nonostante i sentimenti sono espressi in maniera fredda e il livello emotivo deve esser valutato alla luce di altre influenze planetarie.
La capacità temperata del suo modo di amare rende il soggetto cordiale ed incline allo sprezzo delle convenzioni, non vorrebbe correre il rischio di trovarsi invischiato in un rapporto affettivo.
Le diventa difficile capire atteggiamenti troppo soggettivi perché la sua mente non sa rapportarsi a questioni di poco conto.
Diventa cosi un amico gentile e affidabile, preferendo spesso tali rapporti umani che dalle vere e proprie relazioni sentimentali.
Possiede una notevole fantasia erotica che rinnova il rapporto stimolando e ravvivandolo continuamente.
Se la presenza di Plutone che trasparisce dal sistema parallelo dà modo, durante la pianificazione della fuga, di interpretare una parte lasciando spiazzata la persona che le è a fianco. L’esaltazione di Nettuno la muove verso nuove esperienze procurando un atteggiamento anti-eroico e antipatriarcale, nonché a scarsa possessività e gelosia.
Il risvolto negativo di questa posizione produce troppa freddezza e capacità di giocare con i sentimenti degli altri grazie alla capacità di cogliere le occasioni del presente (Domicilio di Urano) e producendo un erotismo decisamente nevrotico.
È disinvolta, muovendosi nell’atmosfera sentimentale con agilità.
Questa venere rende il soggetto incapace di infiammarsi verso l’amore, non s’infuria, non adora e non odia, bensi' idealizza e come ho già ripetuto più volte, se stimolata, allora può produrre l’amore della sua vita.
Non possiede un’affettività tiepida ma è invece un’amatrice razionale, che procede nel mondo affettivo senza permettere che le facoltà di giudizio siano offuscate o paralizzate.
E’ invece incline a cedere alle simpatie istintive, che poco a poco si trasformeranno in qualche cosa di più serio e intenso.

Sotto la simbologia di salute indica possibili problemi alla circolazione venosa o in lesione con pianeti portanti dal segno opposto (Leone) possibili disturbi cardio-circolatori.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
andrea



Numero di messaggi: 442
Età: 103
Data d'iscrizione: 12.06.07

MessaggioOggetto: Re: I DODICI VOLTI DI VENERE   31/08/08, 04:56 pm

VENERE IN PESCI (TRASPARENZA DEL SISTEMA PARALLELO)



Immersa nell’infinito di Nettuno è aperta a ogni corrente la sensibilità e straripante (esaltazione della Luna) e le speranze sono utopiche.

Romanticismo quasi esasperato ed emotività ultra-sottile infondono al soggetto un passaggio emotivo dall’entusiasmo all’angoscia di amare. Capace di donarsi e gusto del sacrificio.
Il sentimento permea tutta la vita, trasuda dai pensieri, dalle azioni: l’amore è tutto, l’unico scopo dell’esistenza. E’ una Venere emotivamente impressionabile, pronta al sacrificio di sé, apprensiva, inquieta, succube e sognatrice.
Il soggetto si orienta verso una fame (Giove) di tali emozioni, che producono in lui un senso d’infinito procurando un distacco verso il quotidiano, facendolo evadere dalla routine e componendo in lei un sogno che si dirige l’infinito.
Le emozioni forti che producono romanticismo e sensibilità lo inducono a voler sacrificarsi, cosa che scaturisce dallo stimolo inconscio di voler vivere situazioni affettive che "non possiedono i piedi per terra".
Cosi, questa Venere rifiuta la cerebralità e nega la fine di queste emozioni, rincorrendole all’infinito.
Lesa, può procurare disordine morale ed eccessiva lamentosità, invadenza, e irrequietezza e disordine sentimentale.
La presenza di Giove tuttavia fa si che questa Venere sia una delle più fortunate per il motivo che sotto un certo punto di vista, pur lamentandosi, nella realtà ha sempre "la pancia piena".
La carica ottimistica gioviale amplifica le emozioni Lunari e Venusiane, e la parola lamentosa fa traspirare quell’insaziabilità nel produrre il pianto.
Cosi si è talmente emotivi che ci si mette a piangere guardando la scena mielosa di un film, mentre la sua fantasia s’immedesima nella parte credendo di vivere a occhi aperti quello stato emozionale che la fa sentire una santa, pronta a disporre aiuto alle persone sofferenti.
La presenza sempre di Giove, comunque la rende attaccata ai benefici economici, specialmente del partner, per quanto sia pronta a definirsi la più sfigata dell’universo, ma nella realtà si scoprirà alla fine, che per asciugarsi quelle lacrime invece di un fazzoletto come fanno le comuni persone, estrarrà dalla tasca senza pensarci un bel bigliettone da 100 euro ….
Le passioni sono esaltanti, totalizzanti, grande entusiasmo e generosità che rendono possibili anche grandi delusioni.
L’edonismo è molto vivo, cosi come l’amore verso le comodità, mentre sono amplificate le tendenze artistiche.
La presenza lunare denota stereotipi decisamente infantili ma nello stesso modo la rende, come nel Cancro, percettiva, quasi medianica, al punto di percepire le situazioni spiacevoli come se fossero premonizioni.
Se nel Cancro queste percezioni vengono a vantaggio per dirigersi e difendersi, in questa sede sono rincorse andando incontro alla catastrofe percepita. In tal modo sarà attivata quella lamentosità che tanto si ama esporre.
Inseguendo il sentimento dell’amore è possibile che tali amori diventino immaginari, platonici, alimentati da entusiasmi decisamente ciechi.
Il fatto reale consiste che indipendentemente dalla fine di una relazione la troveremo già pronta in poco tempo a ritrovarsi innamorata con la “A” maiuscola appena noterà il fascino seduttivo della persona che in quel momento transitava sulla sua strada.
La sua sensibilità è risvegliata da particolari insignificanti, o invisibili agli altri, e spesso le capita di innamorarsi di una situazione più che di una persona.
Convinta della malasorte che la perseguita, nella realtà è lei che la insegue a braccia aperte, perché sfida le apparenze, ma quando apre questi benedetti occhi è pronta alla fuga verso mete più serene.

Sotto la simbologia di salute può scatenare la fobia di aver perso la salute, anche quando si è sanissimi. Crea gli infermieri.
L’equilibrio fisico e psichico è soggetto a grandi variazioni, indotte dalle sue espansioni sentimentali che squilibrano il fisico e la mente.
Possibili malformazioni ai piedi o problemi nella gestazione in una gravidanza (se lesa da particolari pianeti).
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
 

I DODICI VOLTI DI VENERE

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 su1

 Argomenti simili

-
» LA VENERE DI CIRENE
» Riso venere
» Congiunzione Luna Venere Giove
» riso venere
» riso selvatico

Permesso del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
NEVERENDING ASTROLOGIA ::  ::  :: -