IndiceFAQCercaRegistratiLista UtentiGruppiAccedi

Condividi | 
 

 IL LEONE

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Lori

avatar

Numero di messaggi : 178
Età : 38
Data d'iscrizione : 30.06.07

MessaggioTitolo: IL LEONE   17/11/07, 06:30 pm



IL LEONE





La caratteristica primaria del Leone è l'esclusività e l’egocentrismo generoso.  

Il Leone a prima vista

In un primo momento sembrano un pò sulla difensiva, chiusi, inavvicinabili o superbi. Ma basta dar loro fiducia e porsi in maniera aperta per veder venir  fuori la loro grande socievolezza e simpatia.
La linearità e la compattezza del carattere si uniscono alla sicurezza del proprio modo di essere, dando vita a una personalità magnetica il cui fascino risiede proprio nella maniera libera, energetica e diretta con cui esprimono sé stessi.

Che cosa lo distingue dagli altri segni di fuoco

Anche il Sagittario si esprime nello stesso modo ma il nono segno è più mutevole e soprattutto filosofico e moralista, in quanto ama esibire il proprio sapere, mettere in mostra le nozioni che ha appreso e deve comunicare i valori che animano il suo spirito cercando di indottrinare gli altri. L' altro segno di fuoco, l’Ariete, è costretto a esibire la propria carica energetica virile, teatrale e scoppiettante, piu' semplice rispetto al Sagittario ma di fondo piu' moralista e piu' sensibile al "cosa diranno gli altri".
Il Leone invece ha bisogno di manifestare la propria indole senza maschere o limitazioni perbenistiche. Ha una sicurezza più tranquilla nel porsi e sovente la sua persona ha qualcosa di carismatico.
Non ha i limiti morali dell’Ariete, né tanto meno le pretese di sapienza universale del Sagittario. Ciò non toglie che ha una spiccatissima tendenza a voler far prevalere il proprio punto di vista ad ogni costo.
A meno che il sole non sia pesantemente leso da saturno e/o urano (pianeti dell’opposto Aquario), il Leone non soffre di alcun complesso di inferiorità intellettuale e caratteriale, né paura di castrazione, né ansia da prestazione e non ha bisogno di fingere di essere qualcuno che non e' per raggiungere le proprie mete, nel bene o nel male.  Il Leone è se' stesso.

Stile

E' un segno che detesta il livellamento, la mediocrita'. Ha il coraggio di essere unico sebbene vuole che la sua unicita' sia apprezzata dagli altri.
Se non ci sono eccessive lesioni nel tema, i suoi gusti hanno molto stile, sia per quel che riguarda il modo di vestire e di pettinarsi, che non dovra' mai essere banale o scadente, sia in fatto di scelte dei luoghi di divertimento dove trascorre il tempo libero. Intelligenza permettendo, anche l'ambito lavorativo è investito dalla tendenza a puntare sempre in alto, rimanendo indifferenti ai sacrifici e alle difficoltà del caso.
Le donne in genere o eccedono col trucco oppure non ne usano quasi. Da un estremo all'altro.. ma mai la mediocre via di mezzo!
Inoltre il Leone è uno dei pochi segni a cui è concesso di portare cose nuove e stravaganti senza mai fare brutta figura né risultare kitsch. Vestono, si truccano e si agghindano con molta sicurezza delle loro scelte estetiche, qualunque sia lo stile: chi si sente sicuro della propria immagine non risulterà mai fuori posto.
Spesso denotano una grande classe o una grande originalità e per questo motivo sono molto copiati ed emulati dagli altri.

La vanità e la generosità

Questo segno ha però bisogno di sapere di vivere nei pensieri degli altri, di lasciare una traccia in chi lui reputa importante, vuole apparire unico e speciale. Proprio come il Sole, suo governatore, deve irraggiare energia su chi lo circonda. Vuole imprimere il suo valore in eterno (Y).
Tutto quello che fa lo fa per perseguire un ideale di sé stesso volto alla grandezza. Punta sempre in alto, però normalmente consente agli altri di beneficiare della sua grande generosità e disponibilità.
Qui il concetto di generosità non è un concetto bilancino, dove si ha bisogno di legittimare la propria esistenza attraverso il semplice relazionarsi agli Altri, stando sullo stesso piano. Nel contesto del settimo segno infatti la generosità è quasi dovuta, perché è giusto farlo.
Nel Leone invece sussiste la necessità vitale di avere un impatto positivo su chi gli sta vicino. Senza esserne cosciente, ama vedere attorno a sé la vita “in attività”, nella sua pienezza energetica, e quindi si mette a risolvere i problemi altrui quasi per favorirli nel loro sviluppo vitale. Il quinto segno, in un gioco di parole, sblocca i blocchi energetici,  metaforicamente “imprime energia nei meccanismi”.
È generoso dunque perché ama spendere le proprie risorse energetiche per aiutare gli altri, sente di possedere un ruolo quasi “materno” nei confronti delle persone che lo circondano e quindi desidera farle stare bene.
Questo non toglie che si vedrà sempre una spanna sopra agli altri, ma questa visione non ha nulla di paranoico (come può invece accadere nell’Ariete). Però come già scritto, desidera condividere il proprio benessere e i propri privilegi con chi lo circonda, anche se sempre da “Re”.

E sempre sia lodato..

La lista “della spesa” dei favori e regali fatti agli altri, qualunque segno se la fa mentalmente, ma un Leone che si rispetti, non la presenterebbe mai ai beneficiari. Il problema invece risiede nel fatto che si aspetta di essere automaticamente ringraziato e lodato per la propria generosità, anche se non farebbe mai richieste esplicite in tal senso. Soffre moltissimo quindi per il mancato riconoscimento altrui, ma di solito non rosica e non si sognerebbe mai di far pesare i propri favori.
Un’altra caratteristica è la parola data: normalmente le promesse vengono mantenute e se ciò non succede è più che altro per distrazione più che per malafede, a meno di forti valori Scorpione nel tema.
Il problema in generale per qualunque Leone è riuscire a capire di chi fidarsi perchè spesso attira molta gente attorno a sè, tra cui anche persone che cercano di sfruttarne i vantaggi, la forza e l’intelligenza, e in questa cerchia si annoverano spesso i colleghi di lavoro e gli/le amanti. Essendo questo segno poco incline a curarsi dei pericoli che può incontrare lungo il cammino, sovente si ritrova tradito e abbandonato da quelli che credeva degni di fiducia. La Luna B in domicilio sottolinea questa tematica legata all’ingenuità.

Simbolismo

Il Leone simboleggia la maturità energetica dell’uomo: dopo il primo impulso alla vita dell’Ariete, la crescita vitale nel Toro, lo stimolo alla socievolezza e l’irrequietezza adolescenziale dei Gemelli, il bisogno di protezione del Cancro, ora l’essere umano deve raggiungere una pienezza energetica e una compattezza dell’Io.
A che scopo? Allo scopo di riprodurre e donare la vita: la riproduzione infatti fa capo al quinto segno zodiacale. Il caratteristico surplus di energie induce il Leone ad attingere a piene mani dalle proprie forze vitali. Nella propria mente ogni Leone vorrebbe essere un po’ come il Re Mida, che ogni cosa che toccava si trasformava in oro, solo che possiamo sostituire benissimo la parola oro con la parola vita.
Non è solo un concetto di riproduzione fisica, di figli e discendenti, ma di vera e propria creazione di qualunque cosa il Leone si interessi. Non per forza in senso artistico. L’importante per il Leone è emanare l’energia di cui è ammantato, e farla ricadere sui suoi simili, che dovranno sempre rimanere meravigliati e grati di tutto ciò.
Aggiungiamo anche che al quinto segno non importa quanto spreco di risorse farà per mettere in piedi i suoi propositi, ma terrà fissa l’attenzione sul risultato finale delle sue opere: spesso al Leone non importa quanto spenderà sia in termini di tempo che di denaro per riuscire a realizzare ciò che si è prefissato ( a meno che non abbia un occhio un po’ più oculato e“contabile” dato da un mercurio in Vergine), ma guarderà solo alla perfezione, alla genialità e alla grandiosità della sua creazione.
Il Leone infatti detesta la banalità, non esistono compromessi da questo punto di vista. Lui è un genio, quello che fa lo vuole fare bene, e quando ha deciso di eccellere deve per forza essere il migliore, altrimenti molla tutto e se ne va. Non sopporta non essere tenuto in considerazione perché vive della stima e dell’ammirazione delle persone, di chi ha riconosciuto il talento nella sua persona.
Nei casi estremi è disposto persino a sacrificarsi (sia in senso letterale che figurato) per gli altri in nome della propria grandezza d’animo e per veder riconosciuta la propria grandezza. Disprezza il pericolo e talvolta anche la morte.
Facendo un parallelismo coi Pesci, altro segno che tenderebbe apparentemente al sacrifico, essi sacrificano sé stessi in una sorta di annullamento della propria identità personale, mentre il Leone al contrario non perde il proprio centro perché ha energie inesauribili.

L’orgoglio

La strada che il Leone deve intraprendere è quella della crescita dell’Io fino alla maturità, ma come per qualunque segno questo è sempre un percorso irto di difficoltà.
Nei Leoni  con un livello interiore maturo, la coscienza e il livello di intelligenza  riescono ad arginare la pericolosa tendenza del quinto segno all’esibizionismo borioso,alla spacconeria e allo spreco lussuoso.
Inoltre, caratteristica alla maggior parte degli appartenenti al segno, è che detestano le vie traverse per raggiungere i propri scopi: non che non siano capaci di doppi giochi, ma quello che fanno lo vogliono fare alla luce del sole, perché non temono niente e nessuno e non sopportano di dover ricorrere a sotterfugi per agguantare quello che considerano spettante loro di diritto.
Preferiscono aggredire frontalmente chi mette loro i bastoni tra le ruote piuttosto che abbassarsi a certi livelli da misera umanità.
A volte si conoscono individui che sembrano non avere la tipica verve leonina, ma se si osserva da vicino si noterà che la loro grandezza e la loro essenza non dipende dal conto in banca, dalla cilindrata della macchina, dalla lussuosità della casa, dalla bellezza del proprio aspetto fisico, né tanto meno dall’esibizione continua del proprio Io, dalla risonanza della propria immagine alla ricerca di applausi e dall’imposizione delle proprie idee agli altri. L’aspetto esterno di questi tipi Leone è spesso remissivo e taciturno, ma pieno di dignità – dei veri signori vengono definiti da amici e conoscenti - perché hanno coscienza del proprio valore, non hanno bisogno di esibirsi in maniera pirotecnica e non scendono a nessun tipo di compromesso su ciò che ritengono giusto. Sono i tipici che vivono di pane e orgoglio.


I giovani

Da giovani i Leoni  ricercano il proprio valore nel riconoscimento altrui, hanno paura di essere considerati mediocri e più avvertono questo timore più si sforzano di colmare le proprie lacune “facendo baccano” e coprendo la propria insicurezza facendo gli spacconi, i punk.
A questo punto di solito la mancanza di virtù viene mitigata con festival della scemenza esibizionistica sempre più pirotecnici (fino a che la noia da parte del pubblico non ne decreta la fine), e torna alla ribalta lo snobismo (imputabile a Y) che sembrava aver limitato la propria presenza, in sede Y-lonica, nei segni della Vergine e dei Gemelli, e stabilendo a priori una graduatoria di persone frequentabili o meno in base a criteri che poco hanno a che vedere con un esame obiettivo delle persone e molto di più invece a una presunta scala sociale su cui si troverebbero.
In genere si può dire, specie per quelli che hanno mercurio in Vergine, che nell’adolescenza ci sia stato qualche problema con i compagni di classe, trattati spesso con un po di superbia e senza andare a compromessi, le cui reazioni sono state di scherno e derisione. Questo perché l’adolescente Leone benché conscio del proprio valore non sa ancora stemperare il proprio egocentrismo e si rende un po pomposo e ridicolo. Ma in genere questo periodo viene superato bene grazie alla fiducia in sé stessi.


I difetti

Le lesioni nel tema natale di un Leone portano alla seguente dinamica: i soggetti ambiscono a trovarsi un posto al sole in società per far vedere che sono “arrivati” e che appartengono a un’élite di privilegiati. Assumono un’aria di sufficienza e comportamenti arroganti, talvolta anche aggressivi, con chi non sarebbe al loro livello; per contro diventano accomodanti e servili con chi starebbe più in alto.
Questo si spiega, a livello schematico, dal fatto che il Leone dovendo fronteggiare una sede di Nettuno nell’opposto Acquario, inizia a sentir scricchiolare la compattezza e l’immobilità della sua essenza solare. Il Sole si sente inficiato dai cambiamenti sottili e subdoli messi in atto dal pianeta, dalla sua contestazione della realtà, delle sue norme e delle sue verità eterne, dalla sua introduzione all’anormale.
L’atteggiamento naturale di chi si sente minacciato da ciò che si discosta dalla normalità (Y) perché diverso, non sano, è quello di isolare in qualche maniera: farne bersaglio di critiche corrosive, norme di legge, rinchiudendo e ghettizzando (Vergine) , escludere creando scandali,  vuoto sociale attorno grazie a pettegolezzi  velenosi ben mirati (Gemelli) o.. rendendo inoffensivi ed impotenti, schiacciando dal punto di vista morale fino a far tacere, con ridicolizzazioni pubbliche ( Leone appunto): così si vedono spessissimo questi Leoni che per divertire amici e parenti basano la loro comicità sul “cafonare” su Tizio, imitare (Y) attraverso scenette Caio, o denigrare Sempronio. Giusto tanto anche per marcare la propria (apparente) superiorità sugli sfigati.
Infatti non c’è niente di più fastidioso di un Leone che vuole mortificare gli altri per autocelebrarsi e autocelebrare  un’ironia che esiste solo nei suoi sogni, diventando così un cafone da prima linea, insistente, arrogante e rumoroso, oltre che gaffeur da competizione. Ma soprattutto, cosa veramente sgradevole, aggressivo con chi non gli riconosce superiorità. Insomma...in alcuni casi si trasforma veramente in un fenomeno da baraccone da cui meglio girar al largo.
Da questo tipo di comportamenti  si riconosce chi è ancora schiavo delle opinioni altrui, del “cosa penseranno di me”.
Quel Sole in domicilio, valenza sia di un Io maturo, che ha conquistato una propria pienezza, che di figura paterna, è simbolo quindi del percorso di crescita e di accettazione di un ruolo di guida e di responsabilità., dove le bassezze dell’animo umano dovrebbero venir superate.
[/color]


Ultima modifica di Lori il 14/05/08, 06:42 pm, modificato 3 volte
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Lori

avatar

Numero di messaggi : 178
Età : 38
Data d'iscrizione : 30.06.07

MessaggioTitolo: Re: IL LEONE   17/11/07, 06:31 pm



Sebbene nella prima parte della propria esistenza risulta essere insicuro, cercando di stupire gli altri attirandone l’attenzione con atteggiamenti estremi, o plateali, ha una tale voglia di riuscire a credere in sé stesso e di far comprendere le sue buone intenzioni, che piano piano, riesce a trovare un modo per comunicare con gli altri e farsi capire anche senza bisogno dei “fuochi d’artificio”, e dell’ostentazione di sé.
Spesso durante l’adolescenza deve subire l’emarginazione, se non gli scherni, da parte dei coetanei perché non viene accettato per i suoi modi un po’ invadenti, soffrendo perciò molto per un mancato riconoscimento dei propri meriti e valori.


Questo avviene soprattutto quando accanto al Sole in Leone nel tema troviamo anche pianeti nella vicina Vergine, che tendono sia a deviare maggiormente verso un’autoanalisi critica di sé che anche, purtroppo, a far incontrare alla persona, nel proprio cammino, sensazioni di frustrazione e insabbiamento, di contenimento delle energie (oltre che di situazioni concrete oggettivamente castranti), tutte caratteristiche imputabili al sesto segno.


MINIMO COMUN DENOMINATORE..

Quel che però accomuna tutti i Leoni in un modo o nell’altro, è l’affrontare a viso scoperto la vita: nonostante i Leoni “insicuri” non siano sempre le persone migliori da incontrare, bisogna dar loro atto che non nascondono quello che sono e non celano i loro pensieri ( più che altro forse perché non ne sono in grado). Al contrario per esempio di un Gemelli che è in grado di recitare alla perfezione la parte della persona amica anche per lungo tempo, un Leone non riesce a ( o non vuole) mascherare quello che pensa o prova veramente verso un altro individuo o una situazione.
Se ha un conflitto con qualcuno, volente o nolente, lo mostra fin quasi da subito al diretto interessato, manifestando apertamente ( e talvolta prepotentemente) o ignorando del tutto la persona in questione, ma senza mai indossare una maschera.



A VOLTE ANCHE IL CARISMA DEL GENIO..

Rimane comunque indubbia la presenza scenica di molti Leoni, che riescono ad assumere un’immagine e una forza carismatica notevole, diventando spesso delle vere icone.
È un segno che è in grado di “tenere il palco” più di ogni altro, forse perché per lui è naturale sentirsi al centro della scena ogni giorno, anche fosse solo in ufficio, in famiglia o a scuola.
Al contrario del Gemelli che sotto i riflettori della vita esibisce dei personaggi creati ad arte, recitati e ingannevoli (Plutone-finzione), il Leone invece sotto le luci della ribalta mette il suo Ego tale e quale è nella realtà…magari con delle variazioni sul tema, ma nella sostanza sempre uguali a quello che è il suo Io di base.
Gli individui che appartengono a questo segno vogliono lasciare una traccia a tutti i costi, e riuscire ad entrare nella storia grazie al proprio genio creativo e all’impatto della propria immagine nell’immaginario collettivo…


Basta osservare vari esempi di famosissimi Leoni di cui nessuno può negare la presa sul pubblico, alcuni aiutati effettivamente da un grande talento artistico, altri principalmente da un forte carisma personale. Una su tutti : Madonna.

Da notare anche che spesso in persone “d’impatto” che non hanno un Sole in Leone, si presenta sovente un ascendente nel segno. Talvolta bastano anche un Giove, una Venere o una Luna per dare quel tocco leonino che riesce a conquistare le platee.







Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
 
IL LEONE
Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Dr. Riccardo Ferrero Leone, omeopata, Roma o VULVODINIA.INFO
» Rito per leone
» 30. FORTUNA (Leone /Sagittario)
» Tarocchi di Osho:RINASCITA (67)

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
NEVERENDING ASTROLOGIA :: FORUM ATTIVO :: MATERIE PRIME :: I SEGNI ZODIACALI-
Andare verso: