IndiceFAQCercaRegistratiLista UtentiGruppiAccedi

Condividi | 
 

 IL SAGITTARIO

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Lori

avatar

Numero di messaggi : 178
Età : 38
Data d'iscrizione : 30.06.07

MessaggioTitolo: IL SAGITTARIO   31/10/07, 07:50 pm

Il segno del Sagittario


Tutto ciò che cade in Sagittario è...

DIRETTO E PROIETTATO IN AVANTI








Che cosa contraddistingue il Sagittario da tutti gli altri segni?
- La Parola e l'Espressione -




Spesso si sente dire che sono di una verbosità torrenziale, non lasciano parlare gli altri e non accettano le idee altrui...rimanendo impuntati sulle proprie posizioni..
Sono d'accordo ma solo in minima parte: la cosa che me li fa riconoscere fra mille è il fatto che hanno sempre qualcosa da dire, spesso a proposito, in ogni circostanza.
Ho conosciuto sagittari silenziosi ma che quando aprivano bocca mettevano a tacere chiunque.

Sul piano dialettico se i Gemelli rappresentano la superficialità mentale perchè corrono da uno stimolo all'altro, il Sagittario invece, e questo lo posso confermare anche nella pratica, rappresenta l'approfondimento di un concetto.
A scuola spessissimo sono tra i più bravi senza nemmeno aprire un libro, al contrario dei Gemelli (che si prodigano in uno sforzo mnemonico che lascia il tempo che trova oppure in una parvenza di sapienza grazie alle proprie doti dialettiche) e da piccoli sono molto curiosi ed aperti di tutto ciò che il mondo ha di nuovo da offrire ai loro occhi.

Giove nel segno rappresenta l'accumulo di ciò che si è appreso, dall'esterno all'interno, di "nutrimento" intellettuale e la metabolizzazione al fine di riversarla verso l'esterno sotto forma di oratoria e di espressione delle proprie idee.
In questo caso il pianeta ben rappresenta l'esperienza accumulata.
Per funzione opposta invece Mercurio può anche far a meno di tale esperienza perchè riesce a rielaborare piccoli pezzetti di conoscenza in maniera da ottenere uno sfruttamento mentale del contingente, ma che ha tempistiche brevi (mercurio come tempo veloce) e che riesce a dar l'impressione di sapere le cose, perchè è in grado "di girare ogni frittata" a suo vantaggio grazie ai propri riflessi mentali e alla propria arguzia.

Bisogna però fare delle precisazioni: Giove da solo non può far miracoli perchè nella vita conta sì l'esperienza accumulata nel tempo ma ci vuole anche un pò di elasticità mentale in grado di analizzare fulmineamente le circostanze. In altre parole è di capitale importanza la posizione di Mercurio nel tema.

A ben vedere però il Sagittario è l'unico segno solare che ha ben due chance su tre di possedere i 2 Mercurio, a mio parere, "migliori": quello in Capricorno e quello in Scorpione.
Chi se la vede peggio è il Sagittario che nasce con Mercurio nel proprio segno perchè, se nel tema non c'è una Luna forte che supplisce con il proprio intuito a tale posizione, spesso capita che la persona si perda sulla strada dell'ingenuità ottimistica e non abbia armi affilate per affrontare i rischi che la vita comporta se non quelle date dalla fortuna e dalla pura forza di carattere, dovendo perciò spesso ripartire da zero ogni volta che viene gabbato.





In un quadro tendenzialmente roseo, il lato negativo del segno è la mancanza di una sensibilità empatica a livello epidermico: non che sia insensibile ma spesso c'è bisogno, da parte di chi sta vicino a un sagittario, di manifestare apertamente i propri bisogni o le proprie problematiche, perchè la sensibilità del Sagittario è annacquata dalla presenza di Giove e di X, che lo rendono concreto e privo di complessi, e quindi meno incline a captare certe sfumature nell'animo altrui.
I tumulti emotivi a volte sono poco compresi da un segno che tende ad immaginare sempre il meglio delle situazioni, senza porsi il problema se anche gli altri riescano ad essere tanto fiduciosamente entusiasti.
La sua è una sensibilità artistica dettata da Nettuno, e orientata verso il lontano e verso il futuro (e non semplicemente verso le banali novità giornaliere "gemelline").

La sua è più che altro una bontà d'animo di fondo e una generosità che si fonda su Giove e X, ma manca all'appello Luna, che invece si accosta a Giove come accade ai suoi cugini Pesci.

Questo fa si che spesso viene visto come uno schiaccia-sassi perchè tende a non aspettare chi rimane indietro...
È un segno che guarda solo avanti, come simboleggiato dalla freccia del suo glifo.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
andrea

avatar

Numero di messaggi : 442
Età : 107
Data d'iscrizione : 12.06.07

MessaggioTitolo: Re: IL SAGITTARIO   01/11/07, 03:10 pm

Un’altra caratteristica del Sagittario è la sua capacità di adattamento ai diversi stile di vita e di cultura nel mondo grazie alla presenza di Nettuno, che risveglia quella voglia di esperienze, di sconfinare e scoprire terre nuove che, anche, di interiorizzare le filosofie della vita facendole proprie.
Grazie a Nettuno e la presenza di X, il Sagittario ritrova in ogni situazione la propria dimora e la propria casa, perché qui il concetto di vista di casa, non è più quello spazio singolo e limitato, ma diventa il mondo intero ( X ).

Tuttavia uno dei difetti Sagittario è proprio quello di imporre le proprie vedute ( prive di malignità ) agli altri , potendo diventare invadente, e spesso in queste occasioni diventando, con l’esilio di Mercurio, sordo alla sostanza culturale degli altri, invadendo il territorio altrui, pur facendolo sempre in buona fede in ogni intento e questo anche grazie alla sua innata ingenuità verso il prossimo.

Semplicità , buona fede e fondamentale onestà ( caduta di Plutone ) compensate dal desiderio di creare intorno a sé una sempre più vasta zona di sicurezza , o di spazio vitale.

La parola spazio vitale per questo segno è fondamentale perché è su tale concetto che tutto ruota nella sua vita. Non possiede dunque alcun confine e si proietta verso il futuro , lasciandosi alle spalle il presente, espresso dalla dialettica di opposizione con il terzo segno dello zodiaco i Gemelli.
Risulta quindi essere in continua evoluzione, il suo intento di voler scoprire e imparare, vedere ( Giove ) situazioni della vita che diversificate, apre la mente a diverse evoluzioni ed esperienze altrui e proprie.

Arrivati a una età più adulta, quasi nella vecchiaia, il Sagittario diventa più calmo sotto certi aspetti, perché una volta conosciuto tutto quello che per lui ha prodotto una esperienza, lo traduce oralmente come insegnamento verso gli altri, stemperando un po’ quel senso avvolgente di riunire le persone come se si fosse in un'unica linea visiva della vita.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
 
IL SAGITTARIO
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
NEVERENDING ASTROLOGIA :: FORUM ATTIVO :: MATERIE PRIME :: I SEGNI ZODIACALI-
Vai verso: