IndiceFAQCercaRegistratiLista UtentiGruppiAccedi

Condividere | 
 

 aspetti planetari - approssimazione

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
ErPanda

avatar

Numero di messaggi : 12
Età : 37
Data d'iscrizione : 23.07.10

MessaggioTitolo: aspetti planetari - approssimazione   23/07/10, 11:55 pm

Ciao a tutti,
non mi è tanto chiaro come decidere l'approssimazione nei legami fra i pianeti. A confondermi le idee, è questo concetto di approssimazione piu o meno rigida a seconda della velocità dei pianeti(si parla di 7/10 gradi a seconda della natura dei pianeti coinvolti), dal canto mio un angolo è un angolo, cosa c'entra se il pianeta è veloce o lento? Me lo spiegate? E poi non ho capito se un pianeta è veloce si può approssimare piu o meno? E mi dite qual'è il vostro sistema per decidere l'approssimazione nei legami planetari? grazie mille
Luca


Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
andrea

avatar

Numero di messaggi : 442
Età : 106
Data d'iscrizione : 12.06.07

MessaggioTitolo: Re: aspetti planetari - approssimazione   24/07/10, 12:05 pm

ErPanda ha scritto:
Ciao a tutti,
non mi è tanto chiaro come decidere l'approssimazione nei legami fra i pianeti. A confondermi le idee, è questo concetto di approssimazione piu o meno rigida a seconda della velocità dei pianeti(si parla di 7/10 gradi a seconda della natura dei pianeti coinvolti), dal canto mio un angolo è un angolo, cosa c'entra se il pianeta è veloce o lento? Me lo spiegate? E poi non ho capito se un pianeta è veloce si può approssimare piu o meno? E mi dite qual'è il vostro sistema per decidere l'approssimazione nei legami planetari? grazie mille
Luca



Ciao ErPanda (Luca)

Quello che posso dirti è che per quanto riguarda le famose orbite planetarie in base agli aspetti è una questione molto discussa e che non troverà mai consenso tra tutti gli astrologi.
Esistono diversi pensieri in merito a quest’argomento, chi riporta orbite fisse in base ai differenti aspetti, chi li varia secondo i pianeti coinvolti ecc, e questo anche tra i pianeti e le cuspidi degli assi primari (Asc. Dis- MC. IC.).
Anticamente le orbite usate per i pianeti visibili (fino a Saturno) furono utilizzate la famosa via lumis che identificava un’orbita d’influenza in base alla luce che il pianeta trasmette sulla Terra.
Per il Sole, ad esempio, è di 15°, per la Luna 12° ecc.
Qualunque angolo (0°60°90°120°180°) se era inerente all’orbita si definiva in aspetto.
E’ vero, però un’altra cosa, che la via lumis era sottoposta alla variabile della latitudine dei pianeti che potevano far diminuire l’orbita e non di poco, insomma, la teoria della via Lumis è strettamente legata a una visione astronomica della Luce dei pianeti.
Con il passare del tempo, alcuni astrologi misero una variante a tale regola della via lumis impostata sulla velocità dei pianeti (quella che tu hai citato) ma non tenendo più conto anche della loro latitudine celeste.
Un consiglio che posso dare è di definire una quantità di tolleranza a ogni aspetto e valida per ogni pianeta, da Mercurio a oltre Plutone.
La tolleranza, però, è suscettibile all’esperienza dell’astrologo e qui non posso darti delle regole, sappi solamente che i pianeti sono sensibili alle loro posizioni celesti nei segni e negli angoli e questo, potrebbe far arrotondare per difetto o eccesso la media dell’orbita che utilizzi.
Ogni tema astrologico è unico quindi non è possibile definire una regola.
Quello che posso dirti è che in media io utilizzo queste orbite:
Congiunzione 10°
Semi-sestile 1°
Sestile: 4°
Quadratura: 6°
Trigono : 6°
Opposizione 9°
Sono solamente orbite medie che possono variare secondo il tema che si sta analizzando.
Andrea
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
ErPanda

avatar

Numero di messaggi : 12
Età : 37
Data d'iscrizione : 23.07.10

MessaggioTitolo: Re: aspetti planetari - approssimazione   24/07/10, 01:48 pm

Ciao a tutti, ciao Andrea, grazie.
il libro che ho io dice: piu il pianeta è veloce piu è suscettibile di arrotondamento specie se si sta avvicinando all'aspetto esatto.
Secondo voi cosa intende?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
andrea

avatar

Numero di messaggi : 442
Età : 106
Data d'iscrizione : 12.06.07

MessaggioTitolo: Re: aspetti planetari - approssimazione   24/07/10, 02:32 pm

ErPanda ha scritto:
Ciao a tutti, ciao Andrea, grazie.
il libro che ho io dice: piu il pianeta è veloce piu è suscettibile di arrotondamento specie se si sta avvicinando all'aspetto esatto.
Secondo voi cosa intende?

L'autore del testo che possiedi, valuta le orbite di tolleranza come ti ho citato prima ed esattamente quelle delle distanze planetarie (variante della via Lumis).
l'autore amplifica l'orbita di tolleranza ai pianeti più veloci e le riduce ai pianeti più lenti.
Il motivo dell'astrologo è che un pianeta lento in aspetto un pianeta lento o semi lento, la durata dell'aspetto a livello temporale è molto più ampio che tra due pianeti veloci e somi veloci.
di conseguenza, per i pianeti veloci in aspetto tra di loro (veloci) o tra un pianeta veloce e uno semi lento, l'a tolleranza è maggiore.
L'autore mette come punto di riferimento il pianeta più interno al sistema solare per il rapporto dell'aspetto faccio un esempio.
se Mercurio si trovasse a 15° del segno dell'Ariete e Venere a 24° dell'Ariete, essendo una distanza di 9° e Mercurio e Venere possiedono un'orbita di 9° essi sono in congiunzione
devi ricordarti sempre che la teoria che stabilisce l'astrologo in questione da come punto di riferimento sempre l'orbita del pianeta più veloce.
altro esempio.
Se Mercurio è a 15° del Segno dell'Ariete e Saturno a 24° del segno Dell'Ariete, Mercurio e Saturno saranno in congiunzione perché Mercurio possiede un'ampiezza d'orbita più ampia rispetto a Saturno.
Mercurio riesce ad inglobare Saturno quindi la congiunzione per l'autore esiste.
altro esempio
se Saturno è a 15° del Segno Dell'Ariete a Plutone a 24° dello stesso segno, i due pianeti non saranno in congiunzione per quanto l'angolo di scarto è di 9°.
Saturno, possiede un'mapiezza di scarto maggiore di Plutone ma non raggiungendo i 9° la congiunzione non esiste.


esiste na seconda variante che alcuni autori astrologici applicano a questa regola delle orbite planetarie e cioè che ogni pianeta possedendo un loro margine di scarto, durante l'interpretazione del tema astrologico, un'aspetto può esistere per un pianeta ma non per l'altro.
faccio un esempio
Se Mercurio è situato a !5° dell'Ariete e Plutone a 24° dello stesso segno, Mercurio sentirebbe l'influenza di Pltuone per via dei suoi 9° di margine, ma se dovesse esaminare le simbologie del pianeta Plutone, tale congiunzione sarebbe scartata perché Plutone sentirebbe il pianeta non oltre 5° di marchine.

come ho già espresso, secondo il mio parere, è meglio usare un'orbita in base agli aspetti e renderli fissi, indipendentemente dalla lentezza di un pianeta.
Andrea
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
ErPanda

avatar

Numero di messaggi : 12
Età : 37
Data d'iscrizione : 23.07.10

MessaggioTitolo: Re: aspetti planetari - approssimazione   24/07/10, 02:44 pm

ok grazie Andrea, in pratica si fa questo per non rendere rarissime condizioni gia estremamente rare? In ogni caso, però oltre la velocità dei pianeti conta l'angolo che stabiliscono, quindi si, sono d'accordo con te.

Citazione :
l'autore amplifica l'orbita di tolleranza ai
pianeti più veloci e le riduce ai pianeti più lenti.
Il motivo
dell'astrologo è che un pianeta lento in aspetto un pianeta lento o semi
lento, la durata dell'aspetto a livello temporale è molto più ampio che
tra due pianeti veloci e somi veloci.
di conseguenza, per i pianeti
veloci in aspetto tra di loro (veloci) o tra un pianeta veloce e uno
semi lento, l'a tolleranza è maggiore.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: aspetti planetari - approssimazione   

Tornare in alto Andare in basso
 
aspetti planetari - approssimazione
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» quadrati magici planetari
» Infertilità - Aspetti psicologici
» sos consigli per alunno con disturbo emozionale dell'infanzia
» pallet in legno usati - si possono vendere?
» cosa si intende per modalità di apprendimento?

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
NEVERENDING ASTROLOGIA :: FORUM ATTIVO :: DOMANDE D'ASTROLOGIA-
Andare verso: