IndiceFAQCercaRegistratiLista UtentiGruppiAccedi

Condividere | 
 

 COME FU L'ULTIMO INGRESSO DI SATURNO IN BILANCIA: 1981

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Lori

avatar

Numero di messaggi : 178
Età : 37
Data d'iscrizione : 30.06.07

MessaggioTitolo: COME FU L'ULTIMO INGRESSO DI SATURNO IN BILANCIA: 1981   22/11/09, 04:15 pm


1981 Anno di giustizia e saggezza


Questa la previsione della nostra esperta Lisa Morpurgo.
Molti pianeti stanno “concentrandosi” nella Bilancia, un segno rigoroso ma assetato di giustizia che si manifesterà molto positivamente per l’umanità. Ne beneficeranno gli oppressi, gli emarginati, i movimenti in difesa della donna.
Anche l’economia mondiale godrà un saggio equilibrio senza rialzi né ribassi delle monete.
Unico neo: petrolio e auto, dei quali troppo abbiamo abusato e per i quali saremo puniti dalla..Bilancia.




Eccoci giunti ai consueti auguri di buon anno, che rivolgo di gran cuore a tutti i lettori di Astra, e a una carrellata panoramica sul nascente anno 1981. Nel gennaio scorso, tale carrellata tentò di coprire addirittura un decennio, con ovvie decurtazioni di analisi dettagliate, mentre ora possiamo indugiare con più calma su alcuni aspetti planetari interessanti.

Tutti insieme questi pianeti

I famosi accumuli planetari, di cui tanto si favoleggia con scarsa aderenza ai calendari astrologici, incominciano a manifestarsi proprio nel corso dei prossimi dodici mesi. Tali accumuli, a mio avviso (e col conforto, come già dissi più volte, di un attento esame del passato) non produrranno catastrofi, ma faranno tuttavia sentire il loro peso in particolari settori.
Il segno più occupato è la Bilancia che, tra gli esponenti zodiacali, è il più soggetto a convenzionali equivoci. La si definisce dolce, soave, venusiana, mentre poi, nell’esperienza di ogni giorno, ciascuno di noi conosce Bilancia spietate, rigoriste o rompiscatole, il che contribuisce non poco alla diffamazione spicciola dell’astrologia. Questo segno è infatti occupato da Saturno in esaltazione, e ciò determina il suo effettivo rigorismo, mentre il domicilio di Venere assume il valore simbolico di ricerca formale ed estetica, abbandonando il carattere di paciosa affettività che le è peculiare nel suo secondo domicilio in Toro. Abbandoniamo i mezzo termini e diciamo che la Bilancia, nonostante certe sue esitazioni di fronte a una scelta, è un segno duro e a volte anche spietato proprio perché la giustizia e la separazione del buono dal gramo risulta il suo compito primario nell’economia vitale dello Zodiaco.
Tale sete di giustizia ha una funzione molto evidente poiché succede in modo molto immediato alle smanie conservatrici della Vergine, pronta a tutto pur di eternare il presente (ed eventualmente anche il passato) a scapito del futuro.
Oltre alla natura del segno, la nostra analisi deve tener conto della natura dei pianeti che lo occupano, in questo caso Saturno, Giove, Plutone. È abbastanza chiaro che Saturno nella Bilancia si trova a suo agio, e potrebbe anzi esasperare le tendenze rigoriste del segno. Ma il gioco planetario gli affianca l’affettuoso Giove che formerà con Saturno una congiunzione perfetta nei primi dieci gradi della Bilancia fino alla fine di agosto, e un po meno perfetta nei gradi centro-finali fino a novembre. I due pianeti si influenzeranno a vicenda con dei risultati che saranno presumibilmente questi: rigorismo più temperato da parte di Saturno, ottimismo ed espansionismo molto più cauti da parte di Giove. Una situazione di armonioso equilibrio, dunque, altra dote molto cara alla Bilancia. Questa congiunzione, inoltre, non sarà assolutamente colpita da aspetti negativi dei pianeti maggiori per tutto il periodo della sua durata, e dunque potrà manifestarsi in modo senza dubbio positivo. Come?

La donna e la giustizia

La Bilancia è uno dei quattro segni femminili dello Zodiaco (gli altri sono il Toro, il Cancro e i Pesci) e nell’economia dialettica del cerchio zodiacale ha l’evidente compito di frenare come un contrappeso la paranoia irrazionale dell’Io-maschile-Ariete. I movimenti in difesa della donna, spenti o in sordina da due anni proprio perché troppi pianeti occupavano l’antilunare segno della Vergine, torneranno alla ribalta e saranno appoggiati da un capovolgimento dell’opinione pubblica, nonché dell’opinione giuridica, in loro favore. A mio avviso una serie di leggi veramente eque (il che non sempre di può dire delle leggi) porteranno la condizione femminile a un livello di grande dignità nel mondo intero, e persino nella nostra Italia maschilista.
Accanto alla donna, anche altri oppressi o dimenticati beneficeranno di tanta sete di giustizia, e vedremo probabilmente un fiorire di riforme tali da rallegrare il Beccarla nell’oltretomba. Sempre in nome della giustizia, verranno a cadere certi comodi privilegi e saranno bloccati certi comodissimi soprusi. Che ciò appaia sotto veste di “catastrofe” ai detentori di tali privilegi, è indubbio. Anche l’abolizione della schiavitù fu una catastrofe per i latifondisti americani.

Plutone e il petrolio

Tra il novembre e il dicembre del 1981 la situazione planetaria tende assestarsi su nuove posizioni in modo rapido ed estremamente interessante.
Prima di entrare nello Scorpione, Giove forma una congiunzione perfetta con Plutone, mentre Saturno già stabilisce una congiunzione larga con lo stesso pianeta, sempre in Bilancia. La forza creativa e rinnovatrice di Plutone è tale da indurci a ipotizzare che tutto quanto si era manifestato nei mesi precedenti tenderà ad assumere forme più intense e più violente, salvo restando che la razionalità di Saturno smorzerà l’aggressività di Plutone. Ma faremo un’analisi più approfondita di questo aspetto nelle previsione per il 1982.
Per il momento mi limiterò a un’ipotesi del tutto personale e di cui io stessa attendo con molta curiosità una verifica alla luce degli eventi futuri. È dunque possibile che la congiunzione Giove-Plutone determini un brusco e cospicuo rialzo dei prezzi del petrolio (cui Plutone corrisponde simbolicamente) e seguirà un indurimento dell’atteggiamento dei paesi produttori nei confronti dei paesi acquirenti, dovuto all’iniziale congiunzione Saturno-Plutone, nonché all’ingresso di Giove nel Scorpione, segno di nuovo legato al petrolio e ai paesi arabi in generale.
Nel frattempo, e per l’esattezza dal 17 novembre 1981, Urano sarà entrato definitivamente nel segno del Sagittario, di cui ho illustrato più volte le tendenza colonialiste. Quando Giove raggiungerà Urano in Sagittario nel 1983, tali tendenza colonialiste potrebbero anche manifestarsi in modo vistoso, e insomma, come il lettore di mente lesta avrà già capito da sé, chi ha tirato troppo la corda in precedenza potrebbe prendersi una bacchettata sulle dita.

Economia e finanza

Poiché conosco a menadito le ansie, le speranze, i fremiti e le frequentissime nevrosi dei fan della Borsa e dei patiti della speculazione, non so se il panorama generale dell’anno potrà soddisfarli. Il prevalere zodiacale della razionale Bilancia, infatti, e le distanze modestamente e tenacemente positive che si stabiliscono tra i pianeti maggiori, parlano in modo concorde di un assestamento monetario e di un saggio equilibrio dell’economia mondiale. Niente “colpi sensazionali”, dunque, niente corsa al rialzo o al ribasso, poiché il dollaro si sistema su posizioni stabili, sia pure in via di lentissimo e progressivo miglioramento, e su posizioni addirittura congelate si fermerà forse l’oro e altri metalli.
Altrettanto equilibrante le monete dei vari paesi, con l’eccezione dello yen, che dovrebbe subire duri colpi per eventuali freni posti alle esportazioni giapponesi, e della sterlina che nell’autunno potrebbe vivere momenti prestigiosi. Senza infamia e senza lode la lira nei primi undici mesi, ma a dicembre un’eventuale crisi. Sempre nell’autunno, lenta e sicura ripresa del marco tedesco, specie nei confronti del franco svizzero che avrà un leggero cedimento. Per quanto riguarda i beni di consumo, i molti pianeti in Bilancia dovrebbero mettere in crisi i settori legati all’Ariete: l’industria tessile, dunque, e specialmente la lana, anche come filato, i cui prezzi potrebbero abbassarsi o la cui qualità potrebbe diventare scadente.
Ancor più grave, tuttavia, risulterà forse la crisi dell’automobile, veicolo aretino e fallico per eccellenza e in cui il maschilismo ha investito buona parte della sua puerile carica di aggressività.
L’ammirevole logica zodiacale potrebbe dunque far coincidere nel 1981 un duro collasso dell’industria automobilistica (acuito da eventuali rincari del petrolio), con un atteggiamento mentale più sano e meno frenetico nei confronti dell’automobile stessa: semplice mezzo di trasporto, insomma, e non più simbolo di potere e di ricchezza. (Sia detto tra parentesi, dovrebbe raffreddarsi notevolmente anche il già precario entusiasmo per il gioco del calcio).
Tra i fattori favoriti invece la moda, l’arredamento e il design, e in notevole incremento, specie dall’autunno in poi, l’allevamento dei bovini.

Lisa Morpurgo

Da "Astra"
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
 
COME FU L'ULTIMO INGRESSO DI SATURNO IN BILANCIA: 1981
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Carosello ultimo atto: la sentenza
» Prove di ingresso: richieste, dubbi, informazioni: scriverle qui!
» Sapete quali sono le materie del "test d'ingresso" per lettere moderne?
» ultimo esame prima della laurea
» PROVE D'INGRESSO SCUOLA PRIMARIA

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
NEVERENDING ASTROLOGIA :: FORUM ATTIVO :: RAFFINAZIONI :: AREA LISA MORPURGO-
Andare verso: