IndiceFAQCercaRegistratiLista UtentiGruppiAccedi

Condividi | 
 

 LA BILANCIA

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Lori

avatar

Numero di messaggi : 178
Età : 38
Data d'iscrizione : 30.06.07

MessaggioTitolo: LA BILANCIA   08/08/08, 05:45 pm

LA BILANCIA



Passati i primi sei segni corrispondenti alle sei case sotto l’orizzonte, quelle piu’ legate all’elementarità dell’esistenza umana, che nascono non a caso con il domicilio primario di Marte in Ariete, ecco iniziare l’altra metà del ciclo con la Bilancia: Venere e Saturno, e X.
Il secondo semicerchio inizia con l’esaltazione di Saturno accanto alla presenza del domicilio primario di Venere: la remissività o meglio, la non belligeranza e diplomazia di questo pianeta dà vita al susseguirsi delle altre 6 case.
Cio’ che sta sopra l’orizzonte dopo aver “svezzato” il singolo, cioè avergli fornito sicurezza materiale, emotiva, vitale e semplicistica, ora dovrà condurlo ad un distacco dal contingente, dall’egopatia pura e semplice, cieca ed autoindulgente tipica dei segni dall’Ariete alla Vergine.
Nella Bilancia arriva il primo alito di dubbio che ci sia qualcosa di piu’ del semplice tran-tran quotidiano e del lavoro (Vergine), delle tradizioni legate a una dimensione casalinga e famigliare (Cancro), del godersi con i 5 sensi la vita prendendola per quella che appare in superficie e ragionando in meri termini terreni e monetari (Toro), del proprio autocentramento e dell’importanza della propria persona per diritto di nascita (Ariete), della mondanità futile e del gioco (Gemelli), della propria forza vitale esibita (Leone)..
Alla Bilancia spetta il compito di spezzare (Saturno) il vecchio ciclo ed inaugurarne uno nuovo partendo con la coppia Venere-Saturno: meno impulsivo certo, ma non per questo molle o contemplativo.

IL DUE OPPOSTO ALL'UNO

La Bilancia è colei che si rende conto di non essere sola, ma allo stesso tempo di avere una tale paura della solitudine da cercare a tutti i costi la compagnia. E’ il segno del Due, della coppia, della dualità.

L’opposto Ariete, l’Uno, cosi’ indipendente come individuo da prendere in considerazione solo sé stesso in fondo, non necessita veramente del supporto degli altri perché in realtà ha un Io che, per quanto primitivo ( o forse in virtu’ proprio di questa caratteristica), non concepisce ancora chiaramente la presenza di altri Io con gli stessi suoi diritti.
La Bilancia invece prende coscienza che anche tali Altri hanno dei diritti, che vanno riconosciuti e non scavalcati a favore dei propri. Che poi essa sia piu’ generosa pero’ è tutto da vedere; semplicemente Saturno la frena e le fa notare che la vita di uno non puo’ essere piu’ importante della vita di tutti gli altri.
E’ comunque un concetto diverso da quello della Vergine, altro segno che livella: il concetto virgineo di uguaglianza è “siamo tutti uguali, mangiamo tutti conla bocca, guardiamo con gli occhi, ascoltiamo con le orecchie, parliamo e mangiamo con la bocca, camminiamo con le gambe e pensiamo con il cervello….perchè c’è gente che si arroga certi privilegi se siamo fatti tutti alla stessa maniera?”.
Il precetto di uguaglianza contenuto invece nella Bilancia sembrerebbe il negativo fotografico di quello virgineo: indica il rispetto formale delle diversità (opposte all’unicità egopatica dell’Ariete) invece che puntare su un’uguaglianza basata sulle somiglianze “Siamo tutti diversi ma ognuno di noi ha il diritto di venire rispettato per quello che è e di vivere in pace”.
E’ fortissima la carica ideologica del settimo segno: in base al principio appena esposto la Bilancia è praticamente il bastian contrario dello zodiaco, va sempre a difendere le minoranze, che abbiano torto oppure no, l’importante è che non ci sia una pendenza dell’ago della bilancia a favore di una parte, ma deve rimanere bene nel mezzo perché ci deve essere armonia sociale. In realtà non è veramente interessata a quella data minoranza ma solo a non permettere che si verifichi una disarmonia di giustizia.
Tutto cio’ rappresenta anche una marcatissima doppiezza perché in verità non difenderà fino in fondo e a priori una parte ma prima o poi, per non concederle troppo rispetto all’altra, la tradirà giudicando e criticando implacabilmente e distaccatamente e colpe anche di questa.
Tornando al concetto del Due, una Bilancia non potrebbe mai vivere da sola, è un segno sociale: prendendo di nuovo a riferimento la vicina cugina Vergine, se quest’ultima spesso si sposa o convive “perché tutti fanno cosi’ e bisogna seguire la normalità imposta delle regole d’uso”, la Bilancia si sposa per non rimanere da sola.
Tale comportamento era piu’ evidente forse nei tempi andati, ma anche al giorno d’oggi ci sono molte Bilance che sopportano unioni fallite e insoddisfacenti per anni fino al giorno in cui, trovando qualcun altro che le impalmi, non divorziano e si risposano..e magari ricominciano il ciclo..
Questa necessità è sorretta da una forte inquietudine: questo vagare da un’unione all’altra alla ricerca della perfezione è un tratto distintivo del settimo segno. La Vergine gira da un partner all’altro per pura utilità materiale, la Bilancia per ricercare qualcosa che esiste solo nel mondo delle idee, qualcosa di ideale e sublime, ma che deve essere portato nella realtà ad ogni costo.

Tale tendenza nasce dal bisogno di scoprire sé stessa, come in un gioco di specchi.. perché questo è un segno di grandi proiezioni sugli altri: si vivono gli altri per come li si vuole vedere ma quello che si proietta in realtà è una parte di noi che non riesce ad esprimersi sulla nostra persona perché non ci si sente in diritto di esternarlo, perché non ci si riesce, perchè si ha paura della nostra parte piu' oscura, meno limpida e meno onorevole.



La Bilancia con i suoi modi compiti, educati, affabili e affascinanti, tiene a freno (Saturno) la sua parte piu’ istintiva imbrigliandola per amore di armonia tipico di Venere, a causa del suo voler piacere a tutti i costi agli altri creando gradevolezza attorno a sé. Si sente detentrice dell'ordine e della legge.

Lei vive attraverso la personalità dell’altro la propria parte rimossa, cioè quella marziana-plutoniana dell’Ariete.
Percio’ non c’è da stupirsi di quanto in fretta si stufi dei partner una volta finito il tempo del corteggiamento amoroso e iniziato quello della conoscenza profonda.. dei pregi e dei difetti…

A meno che.. l’altra persona non rappresenta finalmente qualcosa di totalmente opposto a sé stessa! Qualcosa di eccitante ed istintivo di cui la Bilancia si innamora perdutamente, qualcosa che non si lascia ammansire dai precetti della logica eche vive con molto ardore ed indipendenza la propria vita, un qualcosa che ha una vita in sé, immune alle manovre manipolatorie di Venere e che, anzi, tende ad imporre il proprio stile di vita. In questo caso il settimo segno si ferma finalmente, fedele fino al midollo, e desidera proclamare il suo amore a tutto il mondo, renderlo eterno e sancito dalla sacralità della legge, il matrimonio.



SATURNO

Saturno rappresenta sempre e comunque il potere, anche in sede venusiana. La durezza e il fanatismo ad oltranza dimostrato da taluni possessori di forti valori nel segno è la riprova che sotto il morbido manto di educazione e perbenismo bilancini si puo’ celare testardaggine e disobbedienza. Fortunatamente non tutte le Bilance si rivelano cosi’ ma in ognuno di questi soggetti c’è a caus di Saturno un’indole poco spontanea in fatto di generosità gratuita: c’è sempre un processo di calcolo di cosa sia piu’ giusto fare per mantenere l’equilibrio nell’ambiente e non urtare la sensibilità altrui. La generosità infatti appartiene all’elemento solare dell’Ariete e del Leone o tutt’al piu’ a Giove.


Le nostre Bilance preferiscono essere asettiche, insicure, talvolta monotone piuttosto che sconvenienti ed eccessive.
L’indecisione e la paura nell’affrontare troppo impulsivamente le situazioni ed arrivare ad una rapida e chiara conclusione sono caratteristiche-chiave di questo segno: la Bilancia deve pensare e ripensare, rimuginare, rigirare ogni questione da ogni angolazione per giungere ad un’equa visione di tutte le parti in causa.

Questo toglie molta immediatezza e prontezza di riflessi ai processi mentali, percio’ è tipico della Bilancia prendere tempo prima di intraprendere un’azione o una decisione, a volte un tempo troppo lungo per gli altri..
Infatti è in grado certamente di considerare contemporaneamente molti punti di vista e problematiche relative ad uno stesso argomento ma è spesso incapace di gestire rapidamente ed efficacemente una situazione di emergenza che richiede una netta, pragmatica unilaterale visione, percio’ niente a che vedere con questioni dialettiche..
Inoltre Saturno nel segno la orienta piuttosto al ragionamento astratto, ideologico ed ideale, e Venere invece ad una selezione tra cio’ che è degno di nota e cio’ che non è a livello di essere preso in considerazione, tra cio’ che è bello e stimola il senso artistico e cio’ che invece è plebeo e volgare.


X

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare pero’ lo snobbismo di questo segno non è dato da Venere o Saturno bensi’ da X.
X rappresenta un gruppo ristretto, qualcosa di chiuso, appartenente alla persona, da casta privilegiata. Infatti in Toro X assume il valore di Clan, di ambiente ben delimitato, le persone del nostro ceppo famigliare, i consanguinei e le nostre terre, i nostri beni materiali. In Sagittario X viene colorata dalla presenza di Nettuno, che la induce a trasporre le proprietà materiali del Toro in proprietà intellettuali, in idee e convinzioni personali, che vengono a rappresentare in tal modo la ricchezza del nono segno, o a percepire un senso di appartenenza nel lontano, all’estero, con culture diverse, facendo percio’ proprie le scoperte di nuovi ambienti e tramutandole metaforicamente (ma anche non) in propri possedimenti.

In Bilancia il senso di appartenenza di X si traduce in un gruppo elitario ben selezionato (Saturno), i cosiddetti “Nostri”. In questo caso saranno i gruppi sociali con gli stessi intenti, con un progetto comune, con le stesse affinità elettive ad entrare in gioco. L’appartenere a un gruppo non sarà piu’ basato su vincoli materiali come in Toro (Giove) ma su criteri mentali-idealistici e di scelta consapevole (Saturno). La Bilancia ha bisogno degli altri, di un ambiente sociale dove specchiarsi dove veder riflessa, e percio’ confermata, la propria personalità.
Il matrimonio, le associazioni, le società dove c’è una consacrazione formale (Saturno) del vincolo tra simili (X) sono ttti sotto l’egida del settimo segno.
Siccome non si tratta piu’ di un legame materiale sancito per nascita, per sangue eccetera, ecco che Venere passa in primo piano rispetto ad X (rispetto al segno del Toro dove X è primaria e Venere secondaria): Venere qua ha il compito di rendere possibile e desiderabile tale impegno che ora non sarà piu’ imposto e aprioristico ma voluto per scelta.


VENERE



L’edonistico pianeta addolcisce le asperità, rende possibile l’unione tra le persone basandola sul piacere di star in compagnia, sul condividere, sul costruire, sul divertirsi e stare bene.

E’ la maschera di miele e simpatia che indossano moltissime adorabili Bilance e la leziosità e l’ipocrisia di altre meno adorabili.

Quando un appartenente al segno decide di rendersi gradevole a qualcuno c’è poco da fare, quasi sempre centra l’obiettivo (a meno di pesanti lesioni nel tema) ma lo fa con un savoir-faire e un atteggiamento diversi dalla dolcezza venusiana del Cancro, il quale punta piu’ che altro a far leva sui sentimenti altrui e sull’empatia. La Bilancia lo fa con un atteggiamento piu’ distaccato ed elegante, socievole, presente ma non appesantito da ricatti emotivi e sensi di colpa.

Soffermandosi sulle differenze tra il comportamento bilancino e quello arietino, Marte e Venere sono due pianeti che “spingono”, uno con violenza, azione e talvolta brutalità mentre l’altro con dolcezza e tramite affabulazione; ma siamo sempre di fronte a due forze di traino di uguale intensità, benché di segno opposto.
Nello stesso modo la Bilancia ammalia gli altri con la sua gentilezza e i suoi modi spesso raffinati, ma sotto tutta questa coltre di zucchero si cela una mente che vorrebbe dirigere (Saturno) tali altri, inculcare i propri principi e le proprie idee anche se in maniera diplomatica e garbata.


I RAPPORTI CON L'AUTORITA'

La presenza di Saturno poi la rende capace di aprire un canale di comunicazione con chi detiene l’autorità, o meglio autorevolezza: come in ogni segno saturniano c’è una propensione a comprendere istintivamente quale atteggiamento tenere nelle circostanze formali, in società. La logica ferrea di Saturno esige che le leggi anche non scritte debbano essere quantomeno conosciute, ed osservate con senso del dovere. Sarà poi Urano in grado di decidere quali seguire e come e se rompere tali regole, ma in Bilancia questo pianeta non fa ancora la sua apparizione.
L’affabilità e la maturità cui danno prova certe Bilance, come già detto, le porta ad avere buoni rapporti anche da piccole con il mondo adulto, ma come ogni medaglia ha il suo rovescio, se i loro diritti non vengono rispettati cade la stima e la fiducia: a quel punto gli appartenenti al settimo segno si trasformano nella disubbidienza fatta a persona, diventano polemici in modo sconsiderato, nemici delle gerarchie, fanatici e dittatoriali oltre ogni dire, oltre che privi di generosità (caduta del Sole) e quindi spietati.


Ultima modifica di Lori il 08/08/08, 07:08 pm, modificato 5 volte
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Lori

avatar

Numero di messaggi : 178
Età : 38
Data d'iscrizione : 30.06.07

MessaggioTitolo: Re: LA BILANCIA   08/08/08, 05:52 pm

LA BILANCIA E LA LUNA

Un discorso a parte merita la schematica quadratura del segno al lunare Cancro: questa quadratura è la motivazione profonda delle frequenti scarse capacità materne della donna Bilancia. La presenza di Venere puo’ trarre in inganno, attribuendo un alone di dolcezza e di affettività al settimo segno. Ma la maternità non si basa su un idea razionale di affetto, imbrigliata dalla ragione e filtrata dall’intelletto. Si basa su un rapporto viscerale ed emotivo (Luna) tra madre e figlio: la madre mette al primo posto il pargolo. Questo, per la concezione bilancina di equilibrio e di uguaglianza tra 2 parti, è un concetto difficile da assimilare, non fa parte della sua natura. Inoltre la Bilancia metterà sempre al primo posto il rapporto di coppia piuttosto che la relazione madre-figlio, sia consciamente che inconsciamente.
L'unione paritaria con un altro IO è la via dell’autorealizzazione della donna del settimo segno, dell’espletamento della sua personalità, e se dovesse essere messa nella posizione di dover scegliere tra il divorzio per il bene dei figli e la continuazione formale ed esteriore del vincolo coniugale, anche se ormai morto, non sono cosi’ numerose come si potrebbe supporre le Bilance che seguono la prima strada. Oppure viceversa se dovesse scegliere tra il rimanere legata ad un marito che non ama piu’ per il bene della famiglia o andarsene con un nuovo amore che le regalerà l’altare o il genere di unione sempre sognato, non c’è da mettere la mano sul fuoco per la prima ipotesi.
Un’altra caratteristica che la rende piu’ idonea ad occuparsi del partner piuttosto che dei figli è il tipo di educazione che impartisce: si tratta di un genere pieno di regole, troppo formale sebbene magari anche dolce e comprensivo, dove il rispetto degli adulti, delle regole e delle apparenze vanno rispettati anche se profondamente sbagliati.

DONNE E UOMINI

In ogni caso le Bilance femmina sono spesso delle donne molto attive, sempre piene di iniziative e di idee, specie nel sociale. Sembrano avere un che di maschile nel loro condurre con piglio rigido le loro vite, un pugno di ferro in guanto di velluto. ma tutto cio' viene coperto dai modi superbamente educati e gentili.
Molto attente all'estetica, qualche volta ne sono veramente ossessionate, tanto da diventare delle fashion-victim: infatti pur di seguire la moda e risultare quindi perfette da questo punto di vista, si mettono addosso qualsiasi cosa faccia tendenza (un po' come le Gemelli). Il risultato pero' non è spesso cosi' piacevole da vedere e difatti quello che dovrebbe essere il segno della bellezza talvolta si trasforma nel rappresentante del kitsch.





Gli uomini del segno al contrario tendono a dare l’impressione di possedere qualcosa di femminile, non solo perché sembrano mancare della carica vitale di Marte-Plutone dell’Ariete (sopperita magari con qualche artificio esteriore, vedi anche l’assidua frequentazione delle palestre) ma hanno modi molto garbati e raffinati, un sorriso smagliante e allegro. Ad ogni modo talvolta l'aspetto a volte è velatamente femmineo, fine, troppo curato forse per amore dell’estetica: il capello al posto giusto, la piega dei pantaloni come si deve, il taglio del vestito impeccabile, la barba ben rasata, il portamente eretto e l'andamento aggraziato..
Anche loro come le donne del segno a livello caratteriale sembrano perennemente inquieti e sempre presi da impegni mondani. Sono tra gli uomini piu' amico-dipendenti.




LA BILANCIA E IL LAVORO

Le persone che appartengono a questo segno, vivono il mondo del lavoro in maniera spesso molto responsabile e seria, indipendentemente poi dal risultato.
Prendono il lavoro come un dovere piu' che investire nella carriera le proprie ambizioni e andare alla ricerca del riscatto, o desiderare di arricchirsi.
Il segno tende all'efficienza, a sgobbare, anche in mancanza di vantaggi personali evidenti.
I Bilancia amano moltiplicare i loro interessi, dedicandosi molto anche agli hobbies e moltiplicando il numero di lavori.

La motivazione delle tendenze appena evidenziate puo' essere ricercata in 3 ragioni possibili:

1) cosi' facendo moltiplicano i contatti sociali, si inseriscono in nuovi ambienti, conoscono molta gente, soddisfando percio' l'esigenza sociale tipica dell'elemento Aria.

2) aumentano agli occhi degli altri il proprio valore, la bellezza interiore della propria persona. Sgobbando duramente e tenendosi attivi in piu' di un ambito, danno di sè l'immagine di una persona retta, ligia al dovere, che si impegna e quindi degna di stima, di ammirazione per le proprie doti etiche.
E' in fondo una forma larvata di narcisismo il lavorare bene per apparire piu' "belli", è un'espressione dell'estetismo frivolo del segno rivolto a sè stessi.

3) lavorano per un ideale di efficienza sociale, l'utopia di una società retta da uomini e donne onesti che si impegnano a fare il loro dovere e a contribuire nel loro piccolo a un mondo migliore. La pulsione della Bilancia è quella di forgiare e levigare piano piano l'umanità portando all'esterno tale ideale di società migliore, affrontando in prima persona i compiti e le responsabilità piu' ingrate.

Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
 
LA BILANCIA
Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
NEVERENDING ASTROLOGIA :: FORUM ATTIVO :: MATERIE PRIME :: I SEGNI ZODIACALI-
Andare verso: